A Veglie le organizzazioni sindacali dei pensionati incontrano il Sindaco di Veglie Claudio Paladini

0
480

I segretari delle organizzazioni sindacali informano i cittadini sull’esito dell’incontro con il Sindaco di Veglie riguardante la creazione di una piattaforma di provvedimenti a sostegno dei pensionati

Comunicato delle organizzazioni sindacali locali:

È stato un incontro utile quello avvenuto, lunedì 16 aprile, presso la sede comunale, tra i rappresentanti delle  organizzazioni sindacali dei pensionati e il Sindaco di Veglie dott. Claudio Paladini.

I sindacati avevano inviato, il 13 marzo, al Sindaco e al Consiglio Comunale una piattaforma, approvata nell’assemblea cittadina del 5 aprile, nella quale venivano richiesti provvedimenti mirati al risparmio nella gestione dell’Ente e al contrasto all’evasione fiscale, per indirizzare tali economie verso i bisogni degli anziani senza tutele.

Nell’incontro sono stati ribaditi i contenuti della piattaforma e al Sindaco è stato richiesto:

  • l’esenzione e/o la riduzione dei tributi a difesa delle condizioni di vita della popolazione anziana titolare di basse pensioni;
  • l’eliminazione della tassa sulla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti agli anziani, che vivono in case di cura o presso le famiglie dei figli;
  • l’istituzione di un paniere locale convenzionato con esercizi commerciali, che riguardi beni di prima necessità: alimentare, abbigliamento, sanitari;
  • la pubblicazione di una guida che illustri: finalità, attività e modalità di contatto delle associazioni di volontariato, presenti sul territorio;
  • la promozione di patti di sostegno tra terzo settore e Istituzione pubblica;
  • l’attivazione di un servizio di trasporto a sostegno delle persone anziane, impossibilitate ad utilizzare mezzi di trasporto familiari o pubblici;
  • il recupero degli immobili fatiscenti, nei quali vivono persone indigenti;
  • la possibilità di erogare attraverso il “Microcredito per la casa” piccoli prestiti finalizzati a intervenire in situazioni di difficoltà economica, per risolvere problemi legati al mantenimento della casa;
  • la riqualificazione urbana delle periferie, con la sistemazione di aree a verde pubblico;
  • la creazione di un numero verde, presso le diverse forze dell’ordine che operano a Veglie, al quale l’anziano possa fare riferimento in caso di necessità;
  • l’utilizzo e l’uso per la comunità degli edifici pubblici abbandonati all’incuria;
  • il sostegno ad incontri tra le generazioni e culture diverse per promuovere il senso di appartenenza, un programma di attività sociali e comunitarie e la messa a disposizione di idonei spazi di aggregazione, in modo da realizzare attività di ascolto alle vittime delle dipendenze e della diversità.

Si tratta d’interventi efficaci contro il rischio di emarginazione, solitudine e insicurezza, in cui versano molte persone anziane, messe in difficoltà da una lunga crisi economica e da un tessuto sociale sempre più logorato.

Il Sindaco e il Presidente del Consiglio, alla presenza del Segretario Comunale e dell’Assistente Sociale, hanno  assunto l’impegno di istituire un tavolo tematico con i sindacati dei pensionati e hanno dato la disponibilità a farsi carico dei problemi sollevati, formalizzando il tutto in un futuro documento concordato.

Tuttavia, resta il rammarico che giovedì 18, nella seduta del Consiglio Comunale, riunito per l’approvazione del Bilancio di Previsione, non si sia fatto riferimento a quanto discusso nella trattativa, sarebbe stato un buon inizio.

Le Segreterie di Veglie

SPI CGIL, Giovanni Caputo)

FNP CISL, (Antonio Cucurachi) 

 UILPENSIONATI, (Giuseppe Spagnolo)

LEAVE A REPLY