«È davvero semplice fare il Gesto Giusto?» Lettera di Angelica Bardoscia sul nuovo servizio di Raccolta Differenziata a Veglie

0
1297

Angelica Bardoscia: «Senza una partecipazione dal basso nessun servizio può dare buoni risultati»

Lettera di Angelica Bardoscia:

È davvero semplice il gesto giusto?

VEGLIE – L’amministrazione comunale, mercoledì 22 novembre, ha organizzato un incontro con l’azienda che, a partire dal primo dicembre, si occuperà della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nel nostro comune. (N.d.R. Il link ai video degli incontri: VIDEO)

I cittadini sono stati invitati a partecipare per ottenere le informazioni necessarie e poter quindi effettuare una corretta raccolta differenziata dei rifiuti.

Il dirigente dell’AXA, dott. Giampiero Corvaglia, ha illustrato in maniera dettagliata le modalità di gestione del nuovo metodo di raccolta, ha spiegato il corretto utilizzo dei contenitori, ha promesso l’apertura di un ecocentro per il conferimento degli ingombranti, ha garantito l’installazione di video-trappole e l’uso dei droni contro i trasgressori che abbandonano i rifiuti nelle campagne.

I cittadini presenti – non molti purtroppo nonostante l’importanza dell’argomento – hanno sollevato problemi e dubbi, legati soprattutto alle possibili difficoltà della raccolta per l’ubicazione delle loro case nelle periferie non urbanizzate.

L’assessore Fabrizio Stefanizzi ha fornito chiarimenti sui costi di smaltimento, sulle compostiere domestiche, sulla pulizia delle strade.

Energico poi l’intervento del Sindaco Claudio Paladini che, seppur con toni poco istituzionali, ha spronato i cittadini ad effettuare una corretta raccolta differenziata sottolineando, da medico, la forte correlazione tra ambiente e salute.

Mancavano i consiglieri comunali e quasi tutti i componenti della giunta, forse non agevolati dall’orario dell’incontro. Assente inoltre la rappresentanza del corpo di polizia municipale che sarà chiamato al controllo e alla repressione delle violazioni per la buona riuscita del servizio.

Si sta sviluppando, negli ultimi anni, un turismo che può offrire risorse aggiuntive alla nostra economia: avere strade e campagne pulite e percorribili fa la differenza.

È necessario quindi non girarsi dall’altra parte sul problema dell’igiene pubblica e scaricarlo sull’azienda e sull’Amministrazione perché senza una partecipazione dal basso nessun servizio può dare buoni risultati.

Occorre che i cittadini si organizzino, magari attraverso un comitato civico che verifichi il rispetto degli impegni presi da azienda e amministrazione comunale, promuova giornate a sostegno di Veglie pulita, coinvolgendo scuole e associazioni, e denunci quando necessario eventuali comportamenti incivili dei nostri concittadini.

Solo un’effettiva presa di coscienza e un impegno concreto da parte di ciascuno faranno si che Veglie diventi un paese più pulito per noi che lo abitiamo, per chi ospiteremo e per chi lo abiterà in futuro.

Angelica Bardoscia

28 novembre 2017

LEAVE A REPLY