Traffico a Torre Lapillo: «Union 3, se ci sei batti un colpo» Il dr. Pietro Calcagnile sollecita i Sindaci

0
809

Il dr. Pietro Calcagnile invia una lettera ai sindaci dei Comuni dell’Union 3 affinché facciano sentire la loro voce sul problema traffico nella località di Torre Lapillo

Con una lettera inviata ai Sindaci dei Comuni di Porto Cesareo, Veglie, Copertino, Carmiano, Leverano, Monteroni di Lecce, Arnesano, Lequile, Novoli, Campi Salentina, Guagnano, San Pancrazio Salentino, Mesagne, San Donaci, ai Consiglieri dell’Union3, al Presidente della Regione Puglia e al  Presidente dell’amministrazione provinciale di Lecce, il dr. Pietro Calcagnile interviene sull’ormai cronico problema del traffico in tilt sulla litoranea Porto Cesareo Torre Lapillo.

Nella lettera si invitano gli organi competenti a convocare una conferenza dei servizi per la risoluzione del problema creando due bretelle di collegamento tra Porto Cesareo e Torre Lapillo.

Di seguito il testo della lettera:

«Come ben noto dagli organi di informazione ho appreso che domenica 2 luglio 2017 il traffico sulla litoranea di cui all’oggetto è andato in tilt; eppure siamo soltanto agli inizi della stagione balneare.

Che cosa succederà intorno a ferragosto quando ci sarà il massimo dell’affluenza turistica?

La Regione Puglia ha messo a disposizione di tutte le province pugliesi soltanto 3 milioni di euro ( l’anno scorso erano 20 milioni ) proprio per la creazione di nuove strade provinciali.

Che cosa stanno aspettando gli Organi competenti a convocare una conferenza dei servizi per la risoluzione del problema creando 2 bretelle di collegamento tra Porto Cesareo e Torre Lapillo?

Sembra che il problema del traffico non interessi a nessuno degli Organi in indirizzo.

Eppure c’è stata un’altra ambulanza che è rimasta bloccata dal traffico.

Ciò posto, il sottoscritto chiede a tutti i consiglieri comunali appartenenti all’Union 3 di far sentire la propria voce perché siete stati chiamati dagli elettori a risolvere i loro problemi anche quelli del traffico.

La marina di Porto Cesareo non appartiene soltanto ai residenti ma a tutti coloro che hanno una seconda casa che pagano l’IMU al massimo e la spazzatura per tutto l’anno, anche se utilizzano l’abitazione per pochi mesi, nonché a tutti i pendolari.

 Che figura ci facciamo con tutti i turisti che hanno scelto per quest’anno di passare le vacanza proprio qui da noi?

 Union 3 , se ci sei batti un colpo

Veglie, 3-7-2017

Dr. Pietro Calcagnile

LEAVE A REPLY