A VEGLIE APPROVATO IL REGOLAMENTO PER LA VIDEOSORVEGLIANZA AMBIENTALE

0
2714

“REGOLAMENTO DI VIDEOSORVEGLIANZA CON VIDEOCAMERE MOBILI PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE”

INIZIO DEI CONTROLLI PREVISTO A PARTIRE DAL MESE DI  APRILE 2018

VEGLIE – È stata approvata a Veglie all’unanimità,  con i voti favorevoli dei consiglieri di maggioranza e di minoranza,  la delibera n.11 del 30 marzo 2018 del Consiglio Comunale riguardante il “REGOLAMENTO DI VIDEOSORVEGLIANZA CON VIDEOCAMERE MOBILI PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE”.

Il provvedimento  rientra tra gli obiettivi di  prevenzione e di tutela ambientale dell’Amministrazione Comunale e si è reso assolutamente necessario a causa del crescente fenomeno di abbandono dei rifiuti nelle campagne e nelle zone sia centrali che periferiche di Veglie dopo il recente avvio del nuovo servizio di raccolta differenziata “porta a porta” su tutto il territorio comunale.

Il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti è la conseguenza di un utilizzo non corretto, da parte di alcuni cittadini, del  servizio della raccolta differenziata. A questi bisogna aggiungere  quei cittadini che per motivi “burocratici” (non imputabili al Comune o ad AXA) non possono usufruire di tale servizio e quelli che vengono da altri paesi per abbandonare nel territorio di Veglie i propri rifiuti.

Per contrastare questa abitudine l’Amministrazione Comunale ha approvato un regolamento che prevede la realizzazione di un sistema mirato di “videosorveglianza per monitoraggio ambientale” gestito dalla Polizia Locale attraverso telecamere mobili autoalimentate.

L’assessore all’ambiente Fabrizio Stefanizzi tiene a precisare che: «Non è intenzione sicuramente da parte dell’Amministrazione approvare questo Regolamento per fare cassa perché il 90% della sanzione che sarà emessa è incassata dalla Provincia, perché la Provincia è titolare per quello che riguarda l’ambiente e il territorio. La cosa importante invece è cercare di mantenere il paese pulito ed evitare queste cattive abitudini da parte di queste persone».

Per la realizzazione del progetto è previsto il noleggio da un’azienda affidataria di attrezzature mobili adatte allo scopo  per un periodo di due stagioni (2018 e 2019 prorogabili successivamente per altre stagioni)  che   andranno in funzione indicativamente dal 15 aprile 2018 al 15 ottobre 2018 e dall’1 aprile 2019 al 30 settembre 2019.

La gestione della videosorveglianza ambientale è garantita da un regolamento approvato dall’Amministrazione Comunale (scarica qui il regolamento) e prevede, tra le altre cose, che:

  • Le “fototrappole” saranno montate su alberi, pali ecc., in base a specifiche esigenze, allo scopo di monitorare aree particolarmente delicate che risultino frequentemente oggetto di scarichi abusivi e di individuare le persone nell’atto di abbandonare rifiuti e le targhe dei veicoli dai quali vengono abbandonati i rifiuti.
  • Le aree comunali interessate alla videosorveglianza saranno di volta in volta individuate dalla Polizia locale di concerto con gli altri settori competenti (ambiente, tecnico, ecc.) e comunicate alla ditta affidataria delle attività individuate nel presente progetto, anche a seguito di segnalazioni ricevute.
  • Fatte salve le sanzioni di natura penale e quant’altro previsto dalla legislazione nazionale vigente in materia di rifiuti, chiunque non osserva il corretto conferimento dei rifiuti secondo le previsione del capitolato del servizio di raccolta del gestore del Servizio nel territorio comunale dell’A.R.O. 3/LE, abbandonandoli sul suolo pubblico comunale urbano e rurale, è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria, da euro 50,00 ad euro 500,00.
  • All’accertamento delle violazioni alle norme contenute nel presente regolamento, eseguito nel rispetto delle norme previste dalla legge 24/11/1981 n° 689, procedono gli appartenenti del Corpo di Polizia locale di Veglie; all’accertamento possono altresì procedere gli Ufficiali ed Agenti di Polizia Giudiziaria. Il Sindaco può conferire funzioni di prevenzione, accertamento e contestazione delle violazioni in materia di polizia urbana, in via speciale e limitatamente alle materie di rispettiva competenza, anche a dipendenti comunali, ai soggetti abilitati a ciò da leggi speciali, sulla base di specifici provvedimenti del Comune, secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia.
  • In base a quanto previsto dal Garante per la protezione dei dati personali, i cittadini che transitano nelle aree sorvegliate devono essere informati con cartelli della presenza delle telecamere ed i cartelli devono essere sempre visibili; pertanto, in tutti gli accessi del territorio comunale è prevista l’istallazione di cartelli con indicazione:

“Comune di Veglie – Provincia di Lecce – Attenzione – Comune sottoposto a videosorveglianza – vietato gettare rifiuti”.

Si invitano pertanto i cittadini ad effettuare una  corretta  Raccolta Differenziata evitando di abbandonare i  rifiuti nel  campagne o nel paese non solo per evitare una multa salata ma soprattutto per mantenere sano e pulito l’ambiente in cui viviamo noi e in cui vivranno  le nuove generazioni.

Veglie News

7 aprile 2018

LEAVE A REPLY