Disastrosa sconfitta interna per 5-1 del Veglie contro il Manduria. Esonerato l’allenatore Leone

0
2469
AS Veglie
AS Veglie

Un Veglie irriconoscibile contro il Don Bosco Manduria

Esonerato l’allenatore Leone

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

VEGLIE: EL MOTASSIM; VERRI, CASALUCI; SCARCIA, PAGANO, CARLUCCIO; MAZZA, DE PASCALIS (s.t 8′ MATINO), ASCANIO (s.t. 15′ SPEDICATO), (s.t. 8′ MATINO) ASCANIO(s.t.15′ SPEDICATO) DI DONATO, SCALINCI (s.t. 1′ PIUMETTO). In panchina: BOLLARDI, PENDINELLI, CONTESTABILE, CALCAGNILE G. All.: LEONE

DON BOSCO MANDURIA: D’ADAMO; AZZOLLA, DISTRATIS M.; BRUNETTI S. (s.t. 30′ MOCCIA), BRUNETTI A., GALLONE S.; CAFORIO, FISTETTO, KANDJJ, SARACINO (s.t. 40′ MERO), PERRUCCI (s.t. 25′ GALLONE G.). In panchina: PUGLIA, PICCINNI, DISTRATIS L.,GENTILE. All.: MAZZA ARBITRO: MARELLA di Bari

RETI: p.t. 30′ KANDJJ, 32’SARACINO, 46′ PERRUCCI su rigore, 47′ KANDJJ, s.t. 38′ CAFORIO, 44′ DI DONATO.

Disastrosa sconfitta interna di un Veglie irriconoscibile contro un Don Bosco Manduria, penultimo in classifica ma già vittorioso in trasferta con il Brilla Campi. I biancoazzurri sapevano benissimo di non poter sottovalutare gli avversari e invece lo hanno fatto, confezionando una umiliante e meritata sconfitta che costringe a ripensare diverse scelte. Né si può dire di essere stati sfortunati o di aver incontrato un portiere in grande giornata. Si può dire invece di aver giocato malissimo e di non poter avere nessun alibi. I primi trenta minuti sono stati inguardabili e solo al 18′ il portiere ospite ha dovuto raccogliere tra le sue braccia una facile punizione telefonata da De Pascalis. Al 30′, gli ospiti sono passati in vantaggio con Kandjj che ha raccolto una punizione battuta da Fistetto ed ha segnato comodamente dopo un pasticcio della difesa vegliese e al 32′ hanno raddoppiato con Saracino che ha approfittato di una frittata indigesta della retroguardia locale. Al 37′, El Motassim ha mandato in angolo su conclusione di Saracino, mentre al 43′ un tiro da lontano di Di Donato ha trovato pronto alla parata D’Adamo. Poi,quando si pensava di poter andare negli spogliatoi per organizzare una possibile rimonta, al 46’gli ospiti triplicavano con Perrucci su rigore concesso per atterramento di Fistetto e al 47′ trovavano la quarta rete con un gran tiro da lontano di Kandjj.

Il secondo tempo non vedeva nulla di importante se non una sterile e tardiva pressione del Veglie che fruttava una parata del portiere ospite su colpo di testa di Spedicato al 35′ e al 37′ un altro intervento di D’Adamo su conclusione di Mazza servito su punizione da Scarcia. Ma, al 38′, Caforio si beveva tutta la difesa locale e realizzava il 5-0. Al 44′, Di Donato con un tiro rabbioso realizzava la rete della bandiera. Il Veglie chiudeva così una brutta partita ,tra l’altro corretta e ben diretta dall’arbitro Marella di Bari. Nessuna scusante e prossima inevitabile decisione tecnica.

L’A.S. VEGLIE comunica che, a seguito del risultato odierno, è stato deciso l’esonero dell’allenatore Lorenzo Leone. Nel ringraziarlo per il grande lavoro fatto nella scorsa stagione (sesto posto dopo un campionato che ci aveva visto retrocessi e ripescati) e per il lavoro svolto sino ad oggi, che ci lascia comunque al sesto posto e con possibilità intatte, l’A.S. VEGLIE lo saluta affettuosamente e gli augura le migliori fortune per il prosieguo della sua carriera.

La società si riserva di comunicare a breve il nominativo del nuovo allenatore.

20 febbraio 2017

LEAVE A REPLY