Fernando Fai esamina il Primo Consiglio Comunale: «Il buon giorno si vede dal pomeriggio»

0
1433
Fountain pen on an antique handwritten letter

Fernando Fai: «Il  tanto sbandierato rinnovamento del Sindaco Paladini sembra non esserci»

La tanto sbandierata svolta portata avanti dal dottor Paladini durante la campagna elettorale, nei fatti, sembra proprio non esserci. Una volta vinte le elezioni, al neo Sindaco è venuto meno  ogni proposito del tanto sbandierato rinnovamento.

La giunta nominata è composta da soggetti che sono, di fatto, il prosieguo della passata amministrazione, che nulla di buono ha prodotto in passato e che nulla di buono  fa sperare per quanto concerne il futuro.

Ogni promessa di rottura con il passato modo di procedere è venuta meno alla luce dei risultati che sono sotto gli occhi dell’intera comunità, la quale si è trovata ad assistere ad uno spettacolo poco decoroso già con il primo consiglio comunale tenutosi in data 12 u.s.

Quello che doveva essere il segnale tangibile del tanto decantato rinnovamento, si è rivelato essere una grande bugia.

Abbiamo assistito ad uno spettacolo che non ha niente di costruttivo e che non fa assolutamente ben sperare per il futuro prossimo del  nostro paese.

Si è potuto constatare, senza alcun dubbio, che la maggioranza è già divisa al suo interno.

Lo si è potuto rilevare dai loro stessi interventi e dai relativi comportamenti in aula, che, da soli, hanno qualificato l’assoluta mancanza di coesione all’interno del gruppo consiliare.

Ci chiediamo come sia possibile che la stessa non riesca ad eleggere il presidente del consiglio alla prima tornata, cosa questa che doveva essere una pura formalità.

Come non possiamo sottacere la mancanza in aula del segretario comunale, dottor Cacciatore, né l’intervento di uno dei consiglieri, non certo tenero nei confronti del Primo Cittadino.

Come dire, se il buon giorno si vede dal pomeriggio, ore in cui si è tenuto il consiglio, siamo prossimi alla notte fonda, con grave pregiudizio del nostro paese che di tutto ha bisogno, fuorchè di ricadere nelle logiche perverse e non nuove ai componenti dell’attuale amministrazione.

Constatato, dunque, quanto emerso già dalla prima seduta, “SCEGLIAMO VEGLIE”, non starà passivamente a guardare lo scorrere del tempo, che potrebbe portare solo danni, e si attiverà per ogni iniziativa finalizzata a dare una soluzione, anche radicale, tesa ad eliminare qualsiasi ostacolo penalizzante la nostra cittadina.

Gruppo ScegliAmo Veglie

19 ottobre 2020

LEAVE A REPLY