Francesco Savina: A Veglie si può fare!

0
951

FRANCESCO SAVINA, CANDIDATO NELLA LISTA “PROGETTO COMUNE – RILANCIAMO VEGLIE”

(VeglieNews mette a disposizione le sue pagine per la pubblicazione dei comunicati dei candidati e delle liste che saranno inviati all’indirizzo info@veglienews.it . I comunicati dei candidati pubblicati sui Social NON CI IMPEGNANO alla pubblicazione sul nostro sito.)

Lettera di Francesco Savina:

Sono Francesco Savina, sono giovane, entusiasta, e mi candido perché voglio fare la mia parte per rianimare il mio paese.

Fin da bambino mi hanno sempre insegnato il senso del dovere, ad assumermi le responsabilità e a lavorare duramente per il raggiungimento dei risultati, virtù che ad oggi sono sicuro di aver assimilato.

Vengo da una famiglia in cui i complimenti e le pacche sulle spalle sono stati contati, mentre i doveri e gli ammonimenti sono stati profusi.

Io li chiamo “insegnamenti di vita” e per questi insegnamenti sarò sempre grato.

Sicuramente dai miei genitori ho appreso alcuni dei valori a cui sono fermamente legato; a questi valori si aggiungono quello inestimabile  dell’AMICIZIA (in cui credo fermamente), l’amore per la famiglia e l’attaccamento appassionato alla mia terra!

Ci tengo a precisare che sono un attivista politico dall’età di 14 anni, passione per la quale mi sono battuto anche sull’intero territorio nazionale; questa è la mia seconda candidatura come consigliere comunale, e magari non sarà l’ultima, perché io nella politica ci credo e sento di poter portare il mio contributo!

Ho condiviso il percorso di PROGETTO COMUNE (pur essendo stato contattato da altre liste) dopo essermi confrontato diverse volte col nostro candidato sindaco, il Dott. Giovanni Carlà: persona che stimo da sempre, persona con una grande preparazione e con alti valori morali, persona su cui ho scommesso e che, son sicuro, è la più adatta e meritevole a prendere le redini per cambiare il destino del nostro amato paese.

In tutto il nostro gruppo ci sono persone in gamba e determinate, che credono fermamente all’idea di dare, finalmente, un cambio di rotta! Mi sento davvero parte di un grande progetto.

Se dovessimo arrivare il 20 ed il 21 settembre ad una vittoria elettorale, insieme a tutti gli altri mi occuperò del tema “giovani e lavoro”, il tema che più mi sta a cuore.

Mi deprime vedere così malridotta la nostra cittadina, sapendo di avere tra la nostra gente imprenditori di tutto rispetto, gente con gli “attributi” (si può dire?!), gente con voglia di creare e di investire sul nostro territorio, che invece è costretta ad “emigrare” in paesi vicini, paesi con amministrazioni, dirigenti e funzionari che ti accolgono a braccia aperte (questa è la realtà).

Così perdiamo le aziende migliori e tanti bei posti di lavoro.

Abbiamo la fortuna di avere un territorio dalle grandi potenzialità, la fortuna di essere a due passi dal mare. Potremmo sfruttare la stagione estiva in maniera strategica ed invece no, il deserto!

Sogno un centro storico chiuso al traffico in determinati orari, un centro storico colmo di locali pronti a portar vita tutto il giorno e pieno di strutture ricettive in grado di offrire servizi a chi è disposto a venire da noi a trascorre le vacanze; un paese dove, anni fa, avevamo tre cantine che davano lavoro a decine di persone e che valorizzavano l’agricoltura (settore  trainante che oggi è davvero sottovalutato) ed invece no, si sente solo dire: “a Veglie non si può”, a Veglie il dirigente prende il posto del politico, Veglie ormai  è un paese morto!

Bene, io non sono in grado di fare promesse a nessuno, ci tengo a difendere la mia persona e la mia dignità; vi posso garantire però una cosa: mi impegnerò con tutte le mie forze ad aiutare e a capire quali sono i meccanismi per i quali Veglie è il paese del “non si può fare”. Questa, si, è una promessa!

Un ultimo punto: se la cittadinanza ci dovesse dare la possibilità di amministrare, ci adopereremo per  avere nella squadra amministrativa degli esperti esterni, che però lavoreranno a tempo pieno negli uffici del comune, consulenti preparati in grado di saper leggere i bandi, in grado di preparare progetti e proporli nel momento in cui la Regione o la Comunità europea metterà in campo dei finanziamenti, finanziamenti che vedo sbandierare da sindaci di paesi limitrofi e che inspiegabilmente a Veglie non sono MAI arrivati!

Molti di voi mi conoscono e credo che condivideranno i miei pensieri!

Se un uomo non è disposto a lottare per le proprie idee o le sue idee non valgono niente o non vale niente lui! (EZRA POUND)

Il 20 ed il 21 settembre crocia il simbolo #PROGETTO COMUNE# e scrivi nome e cognome:

Francesco Savina

P.S.  Sulle poltrone non sono mai stato a mio agio

LEAVE A REPLY