«UNA BELLA STORIA»

4
6291

A Veglie una piacevole esperienza vissuta e raccontata da Marco Miglietta

Ho voglia di raccontarvi questa bella storia che mi è capitata oggi.

Questa mattina, evidentemente ancora “STORDITO” dalla perdita di mia madre avvenuta qualche giorno fa, mi sono recato presso l’ufficio postale di Veglie per prelevare dallo sportello automatico una ingente somma di denaro.

Successivamente sono andato in giro per delle commissioni.

Dopo alcune ore, al momento di pagare, in un negozio, aprendo il portafoglio mi sono accorto di non avere neanche un centesimo. Mi son reso conto, a quel punto, di non  aver ritirato i soldi  dal bancomat.

Avevo capito che ormai non c’era più niente da fare. Ho pensato: “Sicuramente qualcuno li avrà visti e se li sarà presi.”

Dopo un po’ mi squilla il telefono. Era il direttore delle poste che mi invitava a recarmi presso l’Ufficio. Ad aspettarmi c’era, oltre al direttore, una signora che avendo trovato i soldi, si era prodigata non poco per rintracciarmi e restituirmeli.

Non ha voluto neanche un centesimo in cambio e in modo garbato mi ha fatto gli auguri per il prossimo Natale.

Ci tenevo a raccontarvi questa storia perchè mi ha particolarmente colpito e commosso, non tanto per i soldi, che ovviamente mi ha fatto piacere riaverli, ma quanto per il fatto di sapere che in giro c’è ancora della gente per bene ed onesta.

Cosa per niente scontata visto la corruzione ed il ladrocinio dilagante nel nostro Paese.

Come spesso accade le “lezioni” di civiltà, onestà e legalità arrivano sempre dalle persone più semplici.

Chapeau!

 

Marco Miglietta

 

4 COMMENTS

  1. Bravi entrambi la Signora per la Sua onestà e il sig Marco Per avuto la cortesia di ringraziarla pubblicamente. Tutti e due i gesti non facili al giorno d’oggi.

LEAVE A REPLY