«ARNEO, memorie e transizioni» Un appuntamento per conoscere la nostra storia il 26 maggio presso la sede del GAL Terra d’Arneo a Veglie

0
697

ARNEO, Memorie e Transizioni

VEGLIE – Un nuovo appuntamento per conoscere la nostra storia grazie al progetto “Arneo. Memorie e transizioni”, sulla memoria dei luoghi e sugli strumenti per tenerla viva a cura di ArgentoVivo.

L’incontro si terrà Venerdì 26 Maggio alle ore 18.30 presso la sededel GAL Terra d’Arneo di Veglie insieme a Cosimo Durante presidente del Gal Terra d’Arneo, Giulia Puglia assessore Cultura e Pubblica istruzione del Comune di Nardò, Mariarosaria De Bartolomeo sindaco di Veglie. Modera Jessica Niglio (ass. ArgentoVivo).

Presenti anche i docenti e gli studenti dell’I.I.S.S. “E. Vanoni” di Nardò che interverranno con la presentazione del laboratorio svolto sull’Arneo.

Progetto Arneo, Memorie e Transizioni – S’affaccia sullo Ionio, nella curva interna del Tacco. Tra paludi e distese di macchia mediterranea, quasi sospesa in un alone senza tempo, è stata teatro di fatti storici e rivolte contadine, tra il 1950 e il 1951, che hanno scritto il destino del Salento. La Terra d’Arneo è il luogo oggetto della nostra nuova indagine, nel progetto “Arneo: memorie e transizioni”.

Ritrovare i luoghi della memoria e la memoria dei luoghi, cercare i processi di trasformazione socio-economica, studiare l’assetto del territorio e le persone che lo abitano, rintracciare le innovazioni in atto, farsi testimoni della trasformazione del paesaggio. Gli step nelle prossime settimane prevedono una ricerca a cura dell’Università del Salento, laboratori, il recupero e il racconto di patrimoni fotografici, una campagna fotografica, la mappatura dei luoghi, una restituzione finale.

Il progetto è vincitore del bando promosso da Regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese “Promozione e sostegno alle attività di valorizzazione dei luoghi della memoria del Novecento e degli archivi storici della Puglia”, ed è promosso da ArgentoVivo e Osservatorio OMNE, in partnership con il Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università del Salento, Comune di Nardò, Gal Terra d’Arneo e COMMED I A.

 

LEAVE A REPLY