Precisazioni di Antonio Greco sulla replica di Lorenzo Catamo

0
1035

«Ben venga una corretta polemica se serve a mettere a fuoco un pensiero importante»

 

Lettera di Antonio Greco:

Avvocato Catamo,

la confusione questa volta la fa Lei. Se legge il mio intervento senza alcuna vis polemica o preoccupata giustificazione, ho scritto: “in coerenza con quanto scritto l’8 maggio 2020”.

Sa bene quindi che la mia frase: “errori e sbagli che, nel caso di specie, avevano danneggiato la corretta amministrazione di Veglie” è copiata tale e quale dal suo intervento del 26 settembre ultimo scorso e non, come lei scrive: “E questo, in data 8 maggio 2020”.

Ho citato il suo pensiero del 26 settembre che riporto virgolettato e completo:

E così, mentre altri gruppi si arrabattavano da mesi a costruire improbabili liste, il sindaco uscente ha ripreso la battaglia cercando di evitare gli errori compiuti in passato perché “errare humanum est, perseverare autem diabolicum”. Nella vita, ognuno di noi può sbagliare ma certamente non può insistere negli sbagli già commessi che, nel caso di specie, avevano danneggiato la corretta amministrazione di Veglie”.

Mi scuso solo per i due grassetti inseriti ora nella citazione del suo scritto.

Non amo le polemiche inutili. Come altre volte anch’io mi sarei fatta una risata. I lettori ci conoscono.

Ma se una corretta polemica serve a mettere a fuoco un pensiero importante, ben venga.

In questo caso è utile ribadire ai lettori vegliesi il fallimento della passata amministrazione.

29 settembre 2020

Antonio Greco

LEAVE A REPLY