Susanna Camusso a Lecce per tutelare giovani, precari e Partite Iva

0
1596

NUOVI LAVORI, NUOVI DIRITTI!

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

 

(Comunicato stampa)

“Nuovi lavori, nuovi diritti. Per tutelare giovani, precari e Partite Iva” è il titolo dell’iniziativa che si è svolta giovedì 16 Febbraio a Lecce con la presenza del Segretario generale della Cgil Susanna Camusso.

Per tutto il territorio leccese è stata una giornata particolarmente intensa. Il Segretario ha dapprima inaugurato “Lo Spazio dei Diritti”, un luogo ideato dalla Cgil di Lecce e situato nel difficile quartiere San Pio. Un punto di riferimento dedicato al coworking aperto a freelancer, partite iva e cittadini, avente lo scopo di accogliere, sostenere e tutelare i diritti dei più deboli.

A partire dalle ore 18 il Segretario Camusso ha portato il suo intervento alla conferenza pubblica che si è tenuta presso l’Aula Magna dell’ex Ateneo dell’Università del Salento presso il Palazzo Codacci Pisanelli.

Durante la conferenza sono intervenuti Valentina Fragrassi, Segretario generale Cgil Lecce, il Prof. Domenico Fazio, Prorettore dell’Università del Salento, Maria Giorgia Vulcano, Coordinatrice Giovani Cgil Puglia, Pino Gesmundo, Segretario generale Cgil Puglia e molti giovani e studenti del territorio che hanno testimoniato quanto sia difficile trovare in Italia, e al Sud in particolare, una stabilità economica e sociale che dovrebbe derivare da una condizione lavorativa equa e continuativa.

Tale Evento, si inserisce nella campagna referendaria della Cgil che mette al centro il protagonismo dei giovani e le loro difficoltà nel mondo del lavoro.

La manifestazione ha suscitato un grande interesse e una massiccia partecipazione della comunità vegliese. Iscritti e simpatizzanti della Cgil di Veglie di diverse fasce di età e differente condizione lavorativa, studenti, giovani lavoratori precari, operai agricoli e pensionati si sono dichiarati entusiasti per l’importante iniziativa promossa dall’organizzazione sindacale che, soprattutto a livello locale con le sue Camere del Lavoro, resta ancora oggi un punto di riferimento e luogo dove rivendicare diritti e tutele, discutere dei problemi occupazionali e sociali del Paese, condividere le scelte e le proposte che la CGIL stessa mette in campo. Nei prossimi mesi tutta la cittadinanza sarà coinvolta attivamente in vista del referendum popolare per il lavoro. Come la CGIL afferma: “La sfida per i diritti nasce dalla Carta dei Diritti Universali del Lavoro, dalla sua condivisione in centinaia di piazze d’Italia, sui luoghi di lavoro e fra la gente”. Ora si attende che venga fissata la data del Referendum che dovrebbe essere stabilita tra il 15 Aprile e il 15 Giugno 2017.

Saremo tutti chiamati a questo straordinario impegno a votare e far votare i due quesiti referendari per l’abolizione dei voucher e per abrogare le norme che limitano la responsabilità solidale negli appalti. Insieme possiamo cambiare questo Paese. Tutta un’altra Italia è possibile! Libera il Lavoro con 2 Sì!

(Comunicato stampa)

LEAVE A REPLY