«PILLOLE DI STORIA LOCALE» Una Rubrica a disposizione degli Studiosi di Storia Vegliese

9
3048

Alla scoperta della Storia di Veglie da tramandare alle nuove generazioni

Già nella prima versione di VeglieNews, nell’ormai lontano ottobre 2000, una delle rubriche presenti era quella sulla “Storia di Veglie”.  Nostra intenzione era raggruppare in un archivio consultabile da tutti la storia locale che fino a quel momento era stata scritta. In maniera molto artigianale, e con gli strumenti di allora, si è cercato di riassumere in poche pagine quello che è stato possibile riguardo la storia di Veglie.

Con il passare del tempo, grazie alle ricerche di diversi nostri concittadini appassionati di storia locale, è stato possibile scoprire altre notizie. Siamo a conoscenza che nuove ed interessanti “Pillole di Storia Locale” sono in cantiere. Abbiamo pensato quindi di dare nuovamente spazio alla “Storia di Veglie” e mettere a disposizione le nostre pagine per creare una rubrica che possa fare da “Archivio” a disposizione di quanti volessero condividere con i vegliesi le nuove scoperte.

Alcune di queste nuove “Pillole” sono state già pubblicate nei mesi scorsi e si possono trovare nella rubrica “STORIA” del menù di VeglieNews.

Approfittiamo  di questo spazio per invitare gli Studiosi di Storia Vegliese a condividere le nostre “Radici”  inviando gli articoli che ritengono opportuno pubblicare per divulgare i risultati delle nuove ricerche.

Di seguito riportiamo un’introduzione di VeglieNews ad un articolo di Antonio De Benedittis pubblicato il 26 aprile 2015:

**********

«Per  un Paese avere una Memoria Storica è molto importante, quasi indispensabile. Senza una memoria storica,  scritta e documentata, sarebbe impossibile capire perché un paese è quello che è. Ogni paese è il risultato del suo passato e della sua storia e conoscerla serve a programmare meglio il futuro.

In ogni Paese esistono persone che hanno fatto della “Ricerca Storica” la loro passione. A Veglie non sono molte, ma grazie al loro impegno costante, silenzioso, umile e senza clamori mediatici, sono riuscite a documentare alcune pagine della Storia del nostro Paese.

Uno dei capostipiti di questi studiosi di Storia Patria è stato il dott. Antonio Catamo che con il suo libro “Storia di Veglie”, pubblicato negli anni ’60,  ha posto le basi di un percorso ancora tutto da scrivere. Certamente alcune affermazioni di quelle scritte in quel libro devono essere riviste e corrette. Ma il libro ha il merito di aver posto delle basi da cui partire e di aver inculcato in altri, allora giovani ragazzi,  la  voglia di criticare, scoprire e scrivere di Storia.

Fra gli studiosi di Storia Patria vegliese  possiamo ricordare Antonio De Benedittis, Cosimo Fai, Giuseppe Negro, Luigi Mazzotta, Flavio Vetrano, don Giovanni Tondo che ha scritto un “affresco  storico”  vegliese in versi dialettali e  Enzo De Benedttis memoria fotografica di Veglie. I titoli di alcune delle pubblicazioni di questi studiosi si possono trovare a questo link: >>>Bibliografia Vegliese>>> .

Qualche anno fa a Veglie si è costituito un gruppo di studiosi che ha creato un sito web dove costantemente e gratuitamente pubblica i risultati delle ricerche storiche. Il gruppo si chiama “Archeoveglie”  (http://www.archeoveglie.eu/)  ed attualmente fanno parte Lorenzo Catamo, Antonio de Benedittis, Nicola Gennachi, Giuseppe Negro fu Settimio,  Giuseppe Negro fu Italo. Sul loro sito si possono leggere notizie interessanti e inedite sulla storia e sulla cronaca di Veglie; si può scoprire l’esistenza di alcuni monumenti storici e  la funzione di strutture architettoniche ormai scomparse.»

**********

Un ringraziamento a quanti collaboreranno alla realizzazione della Rubrica “Pillole di Storia Locale”.

Veglie News

19 febbraio 2017

9 COMMENTS

LEAVE A REPLY