«Totò “Il Principe Poeta”» Presentazione del Libro di Elena Anticoli de Curtis al Festival letterario “Filo Rosso d’Arneo”

0
374

Totò “Il Principe Poeta”

Il Libro di Elena Anticoli de Curtis al Festival letterario “Filo Rosso d’Arneo”

Domenica 5 settembre, ore 19.30 – Cantina Cooperativa Campiense, Campi Salentina

CAMPI SALENTINA – Di nuovo una realtà produttiva legata alla produzione vinicola farà da sfondo al prossimo appuntamento del Festival letterario Filo Rosso d’Arneo, che fa tappa a Campi Salentina, presso la Cantina Cooperativa Campiense, una realtà storica che rappresenta lo spirito cooperativo degli agricoltori locali e che, negli anni, ha saputo rinnovarsi.

Proprio qui, domenica 5 settembre 2021 alle 19:30, Elena Anticoli de Curtis presenta il suo libro dal titolo Totò “Il Principe Poeta”. Un’opera poetica e lirica che mette assieme poesie e canzoni del grande “Totò” a cura della nipote Elena.

In occasione della serata verrà presentata una nuova etichetta di vino, attualmente fuori commercio e dedicata a Totò, il Principe della risata.

Dialogheranno con l’autrice, Franco Rizzo (Cantina Cooperativa Campiense), Carmelo Rollo (Vice Presidente del GAL Terra d’Arneo e Presidente Legacoop Puglia), Alfredo Fina (Sindaco di Campi Salentina), Miriam Perrone (Scrittrice) e Mario Curti (Attore).

Totò “Il Principe Poeta”- Era un principe, ma la sua vera grande nobiltà era nel cuore che batteva in quel corpo di marionetta: che lo aveva reso sì famosissimo come “Totò”, ma che aveva anche soffocato per tutta la vita l’uomo-Antonio De Curtis. Nelle sue poesie non ci sono le battute e le movenze che lo hanno reso celebre, ma c’è il mondo visto da dietro quella maschera. C’è la vita difficile degli esordi (e non solo), il successo, gli amori, le delusioni, la nostalgia. C’è Napoli, con la sua “lingua-madre”, che non è però l’abusato “paese del sole”, ma in un certo senso è il mondo. Perché quella di Antonio De Curtis è soprattutto una “poesia morale” – non moralistica – che nasce e parla al cuore degli uomini. Che crede nel bene e non sopporta la prepotenza. Che crede alla bellezza, e non rinuncia ad amare, seppure tra le amarezze inevitabili che la vita riserva ad ognuno. Finalmente una raccolta completa – con cinque inediti – rilancia e riscopre le poesie di Totò, riprese dalle “carte originali” da sua nipote Elena, insieme a Virginia Falconetti.

Filo Rosso d’Arneo” è un festival letterario nato per celebrare l’identità della Terra d’Arneo, l’area geografica del Salento ionico a cavallo tra le province di Lecce, Brindisi e Taranto. Bellezze naturali, luoghi intrisi di storia ed affermate realtà produttive faranno da cornice a reading letterari, dialoghi e rappresentazioni sceniche con importanti autori del panorama nazionale ed internazionale. Tra gli obiettivi del Festival c’è quello di celebrare i 70 anni di lotte contadine: storie di riscatto e libertà che si sono intrecciate in questi luoghi, storie di diritti violati e conquistati che hanno forgiato le comunità locali ed hanno contribuito a rendere rigogliosa e produttiva questa parte del meridione d’Italia.

Gli eventi in calendario, in programma fino al mese di dicembre 2021, si svolgeranno in forma itinerante ed interesseranno tutti i 12 Comuni dell’Arneo, dalla terra al mare, per tessere un itinerario rappresentativo del territorio e valorizzarne bellezze e peculiarità. Nel corso di ogni evento sarà possibile incontrare gli autori, degustare le migliori etichette di vini ed i prodotti locali, nelle incantevoli atmosfere di masserie, cantine, parchi naturali e stabilimenti balneari.

Gli eventi sono a partecipazione libera e si svolgeranno nel rispetto delle normative anticovid.

LEAVE A REPLY