«VIA col vento»: Un Webinar per analizzare e discutere la VIA del Parco Eolico del Nord Salento

0
1109

«VIA col vento»: la valutazione di impatto ambientale (VIA) del parco eolico nel Nord Salento, quali utilità per le comunità locali?

Webinar su Zoom, Venerdì 9 aprile 2021 ore 17.00

Venerdì 9 aprile 2021, alle alle ore 17:00 si terrà il Webinar “VIA col vento”: la valutazione di impatto ambientale (VIA) del parco eolico nel Nord Salento, quali utilità per le comunità locali?”, organizzato dal Comitato Webinarinnovabili.

Il Webinar rappresenta un’occasione per cittadini, associazioni ed Enti locali per analizzare e discutere, sotto il profilo legale, sociale ed economico, l’imminente procedura di valutazione di impatto ambientale (VIA) finalizzata alla realizzazione di una imponente infrastruttura energetica nel Nord Salento.

Il Comitato organizzativo del Webinar in oggetto, costituito da studiosi ed esperti legali che si occupano delle procedure di valutazione ambientale e delle energie rinnovabili, ha individuato come tema centrale l’analisi giuridica, socio-economica e ambientale dell’opportunità, da parte delle comunità locali, della realizzazione o meno del parco eolico nel Nord del Salento.

A questo scopo, la scelta del Relatore principale è ricaduta sulla Dott.ssa Viviana Di Capua, Dottore di ricerca in Diritto amministrativo presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e autrice del volume monografico “L’autorizzazione integrata ambientale. Verso una tutela sistemica dell’ambiente“.

La seconda Relazione sarà tenuta dallo scrittore Giovanni D’Elia.

Il dibattito sarà moderato dal Professor Donato Vese dell’Università degli Studi di Milano.

Biografie e Sintesi delle Relazioni:

Viviana Di Capua – Dottore di ricerca in Diritto amministrativo, Cultore della materia e membro delle commissioni d’esame di Diritto amministrativo e Diritto processuale amministrativo presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. È abilitata all’esercizio della professione forense. È autrice del libro L’autorizzazione integrata ambientale. Verso una tutela sistemica dell’ambiente, Editoriale Scientifica, Napoli, 2020, pp. 1-343, ISBN 978-88-9391. È altresì autrice di diversi saggi di rilevanza nazionale nel panorama del diritto amministrativo su temi dell’ambiente, della semplificazione, dell’emergenza sanitaria da Covid-19, dell’in house providing, dei poteri della Consob, dei principi generali del diritto pubblico e degli accordi tra pubbliche amministrazioni. È revisore scientifico per la Rivista Giuridica AmbienteDiritto(classe A ANVUR) e membro del Comitato di Redazione della Rivista P.A. Persona e Amministrazione – Ricerche Giuridiche sull’Amministrazione e l’Economia.

Relazione: L’unica “VIA” del parco eolico nel Nord Salento: negoziare un’opportunità per la collettività. Premessi alcuni cenni sulla valutazione d’impatto ambientale (VIA), la relazione ha lo scopo di esaminare gli strumenti legali procedimentali che consentono l’instaurazione di un “negoziato sociale” tra gli attori coinvolti, e particolarmente di cittadini, associazioni ed enti locali, soprattutto in vista della scadenza dei termini per la presentazione delle osservazioni alla VIA fissati, rispettivamente, per il 3 aprile 2021 (progetto Iron Solar Srl) e per il 25 aprile 2021 (progetto Enel Green Power). L’obiettivo principale è quello di offrire alle comunità locali (cittadini, associazioni, enti locali ecc.) alcune soluzioni legali per partecipare consapevolmente e attivamente alle varie fasi della procedura di VIA e degli altri step procedurali per la realizzazione dell’opera.

Giovanni D’Elia – Laurea specialistica in Giurisprudenza all’Università di Pisa; Master in organizzazione aziendale a Siena; abilitazione all’esercizio della professione forense presso la Corte d’Appello di Lecce. Ha pubblicato per LeggiOggi.it (Maggioli Editore), fra gli altri, i seguenti articoli: Questione Xylella. L’UE decide, ma sulla base di cosa? (2015); Xylella fastidiosa. Epidemia o inganno? (2015); La tutela degli interessi diffusi in materia di Patrimonio Culturale (2014); Regione Puglia, gli ulivi monumentali danno fastidio allo sviluppo (2013); Tutela patrimonio culturale immateriale: dalla Puglia, un primo, seppur limitato, segnale (2012). È altresì autore del saggio La tutela del patrimonio culturale immaterialesia per Besa Editore (2009) che Squilibri Editore, (2010). Ha pubblicato diverse opere poetiche, nonché E-book in tema di arte e cultura e, per ultimo, un libro di racconti sulla figura di Don Galeazzo, ambientato ai nostri giorni (2021).

Relazione: I reali utilizzi dell’energia pulita nel quadro di funzionamento delle quote verdi. Valutazioni critiche in ambito socio-economico”. La Puglia produce più energia di quanto ne consumi. L’energia prodotta in surplus viene venduta fuori. Tuttavia vari fattori producono rilevanti fenomeni di dispersione energetica, per cui più è lunga la distanza tra fonte e consumatore finale, maggiore sarà lo spreco di energia, che arriva anche a più della metà. Perché produrre ulteriore energia da fonti pulite se la Puglia già di per sé è in surplus di produzione e non si mette in discussione la produzione fossile? Qui entra in gioco il sistema delle quote verdi, che sarà analizzato, unitamente alla lettura critica dei costi in bolletta. L’intervento si concluderà con una proposta di azionariato popolare per la gestione di impianti di energie rinnovabili. Suo obiettivo è spostare l’attenzione dalle criticità ambientali (facilmente superabili) ai reali interessi speculativi che sottendono questo genere di produzioni.

Il Webinar sarà trasmesso online sulla piattaforma Zoom al seguente link:

https://zoom.us/j/98299510762?pwd=anA5eURrak83Y2ZsNUI2M01XMW9sdz09

Passcode:  6nQYhL

Dal momento che la piattaforma può ospitare sino ad un massimo di n. 100 partecipanti, si suggerisce di collegarsi alla piattaforma Zoom tramite il link all’orario prestabilito (17:00).

Per chi avesse particolari esigenze o volesse prenotarsi in anticipo per l’evento, potrà farlo tramite mail all’indirizzo info.webinarinnovabili@gmail.com

Il Comitato organizzativo

31 marzo 2021

LEAVE A REPLY