Yvan Rettore: «LEZIONE DI VITA»

0
554

LETTERA DI YVAN RETTORE

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

Quando avevo 18 anni progettai con un paio di amici un viaggio ad Alassio per l’estate di quell’anno.

Allora vivevo ancora in Svizzera e la mia famiglia non nuotava nell’oro benché i miei genitori non mi facessero mancare nulla.

Chiesi a mio padre di aiutarmi finanziariamente per realizzare quel progetto. E lui replicò dicendomi: “Li hai i soldi?”

Confesso che rimasi sorpreso da quella domanda anche perché lui sapeva benissimo che non li avevo.

Quindi insistetti nel ribadire che non disponevo della somma necessaria per quel viaggio, il primo che avrei fatto senza i miei genitori.

Lui allora mi consigliò di andare a lavorare in una fabbrica di biscotti del luogo che assumeva spesso ragazzi durante il periodo estivo, così da riuscire a guadagnare sufficientemente denaro per realizzare il mio sogno.

Non aggiunsi altro e confesso che in quel momento provai un certo risentimento nei confronti di mio padre.

Però decisi di seguire il suo consiglio, guadagnai quanto volevo e riuscii ad andare ad Alassio con i miei amici in quello che fu uno dei più bei viaggi della mia vita.

Non ritornai più su questo argomento con mio padre per diversi anni, finché un giorno gli chiesi perché si era comportato così con me.

Mi disse che lui era cresciuto nella miseria più nera e che si era potuto permettere una bistecca soltanto al compimento dei 18 anni, quando finalmente ebbe la sua prima vera paga da operaio.

Con quel suo atteggiamento aveva voluto farmi capire il valore del denaro e del sacrificio che bisogna avere per realizzare i propri sogni perché è così che acquistano quel valore necessario a farti crescere e ad osare sempre di più.

Avevo intuito che mio padre mi avrebbe fornito quella risposta e nonostante ci siano stati non pochi dissidi tra me e lui, gli sono grato ancora oggi di quella lezione di vita che seppe darmi in quell’occasione.

Fu allora che cominciai a diventare davvero un uomo.

Conclusione: vi sono ancora genitori oggi che riescono a dare simili lezioni di vita per far crescere davvero i loro figli?

Yvan Rettore

3 novembre 2022

LEAVE A REPLY