“CAMBIARE ROTTA”: Intensificati i controlli per le attività commerciali legali. Gli abusivi rimangono al loro posto giorno e notte sulle spiagge demaniali

0
1805

Una foto aerea testimonia la presa di possesso di spiaggia demaniale da parte di  ambulanti abusivi

L’opposizione “Cambiare Rotta”:  «Non vogliamo credere a presunte ritorsioni per i firmatari dell’esposto e di altri proprietari regolari di attività commerciale»

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

Articolo del gruppo di opposizione di Porto Cesareo  “Cambiare Rotta”:

TORRE LAPILLO / PORTO CESAREO: Negli ultimi giorni, a Torre Lapillo, si sono intensificati dei controlli serrati sui tavolini delle attività commerciali regolari. Interventi congiunti e puntuali, con elevazione di verbali in caso di occupazione suolo pubblico eccessiva all’eventuale autorizzazione  come giustamente prevede il regolamento.

Tuttavia alcuni dei controllati e passanti rilevano che questi controlli sanno di beffa, poiché coloro che sono completamente irregolari restano dove sono, al massimo vengono gentilmente invitati a sgomberare per poi ritornare sfacciatamente: ciò senza nessun verbale, senza un’azione efficace duratura nel tempo, come richiesto qualche giorno fa con un esposto-denuncia.

Da qui il dubbio tra gli stessi commercianti che l’esposto contro il commercio irregolare si stia ritorcendo contro (addirittura), subendo loro stessi dei controlli serrati e mirati.

Noi consiglieri comunali d’opposizione a Porto Cesareo non vogliamo credere che ciò possa accadere e riponiamo continua  fiducia alle forze deputate al controllo del territorio.

I proprietari delle attività commerciali sono stati “correttamente” multati e dovranno pagare il verbale per i tavolini  in più o per qualche altra “leggerezza”. Per rispetto delle stesse regole si pretende che il commercio irregolare non debba “vincere” e farla franca  facendosi beffa di tutti e di tutto.

Se questo dovesse accadere, avrebbe il sapore di un’ingiustizia sociale e si diffonderebbe un senso di sfiducia verso le istituzioni.

Auspichiamo che questi dubbi emersi vengano smentiti con i fatti e che Torre Lapillo, ma anche il resto del territorio cesarino, abbiano un aspetto commerciale ordinato e disciplinato.

È pur vero che dopo anni di consolidamento, appare certamente difficile estirpare questo fenomeno del commercio irregolare su diversi tratti di spiaggia pubblica, di piazze, di marciapiedi e di strade. Ma è giunto il momento di affrontare il problema con decisione e di rendere decoroso e vivibile tutto il nostro territorio, dalle spiagge alle strade.

Ringraziamo le associazioni di categoria Confcommercio Lecce, Codacons Lecce, Globoconsumatori provinciale per l’attenzione ed il sostegno al caso del commercio irregolare su Torre Lapillo.

I consiglieri comunali di opposizione “Cambiare Rotta”, Porto Cesareo.

Francesco Schito e Stefano My

ARTICOLI  CORRELATI:

TORRE LAPILLO: Il gruppo “Cambiare Rotta” al fianco dei commercianti contro il commercio abusivo

LEAVE A REPLY