«Manufatto di amianto abbandonato in zona Lido degli Angeli» L’Associazione “Lido degli Angeli” segnala la presenza di rifiuti pericolosi

3
1256

Presenza manufatto di amianto abbandonato in zona Lido degli Angeli – Porto Cesareo (LE)

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

Comunicato dell’Associazione “Lido degli Angeli”:

PORTO CESAREO – L’Associazione Lido degli Angeli si batte contro l’abbandono selvaggio dei rifiuti.

In data 3 Marzo 2021 si comunicava a mezzo PEC al comune di Porto Cesareo la presenza, in zona Lido degli Angeli, di un manufatto di Amianto abbandonato. La comunicazione fu inviata per conoscenza anche alla Polizia Municipale del comune di Porto Cesareo, alla Polizia Provinciale di Lecce, alla Provincia di Lecce ed all’ARPA. Si rilevava che nonostante le segnalazioni fatte pervenire al Comune di Porto Cesareo per le vie brevi, il manufatto non fosse stato ancora rimosso né reso inerte, per impedire lo spargimento delle mortali fibre, né, tantomeno, si fosse provveduto alla perimetrazione della zona per evitare che ignari cittadini potessero avvicinarsi e sostare a distanza non sicura dal manufatto stesso.

Chiedevamo pertanto, nell’interesse collettivo, di provvedere a tutte le azioni necessarie a riportare in sicurezza il luogo scongiurando ulteriori danni per la salute dei cittadini e per l’ambiente.

La Provincia di Lecce – che pubblicamente ringraziamo – ha prontamente raccolto il nostro invito sollecitando in data 5/3/2021 – con una PEC a firma del Dirigente Avv. Antonio Arnò – il comune di Porto Cesareo ad attivare ogni iniziativa e provvedimento utile delle procedure previste dall’art. 192, co. 3, del D. Lgs 152/06 e/o D.M. n.471/99.

Nulla è ancora accaduto.

Alla data in cui la presente viene redatta il manufatto giace ancora abbandonato nello stesso luogo in cui è stato segnalato e nessuna delle possibili misure atte a limitarne la pericolosità per la salute pubblica è stata intrapresa.

Il Sindaco Silvia Tarantino, massima autorità sanitaria del territorio, non ha ritenuto fornire alcuna risposta alla nostra segnalazione.

Ha ricevuto le nostre PEC?

Risulta davvero così difficile avere il controllo di un territorio di 35 km quadrati?

Risulta davvero così difficile utilizzare in maniera costruttiva l’attenzione delle Associazioni per il raggiungimento del bene comune?

Sarebbe il caso di installare sul tutto il territorio Comunale foto trappole per contrastare l’abbandono selvaggio di rifiuti così come previsto dall’avviso di AGER Puglia?

Ci auguriamo vivamente che tra poche settimane questi splendidi luoghi potranno essere nuovamente frequentati dai nostri bambini reduci da un inverno di restrizioni a causa della pandemia in corso, riusciremo a mettere tutto in sicurezza oppure lasceremo l’amianto ad attenderli?

Spiace rilevare che, su questo come su altri temi, l’Amministrazione del Comune di Porto Cesareo sappia esprimersi solo con un silenzio, francamente incomprensibile.

In allegato alla presente foto del manufatto scattata in data 22/03/2021.

In attesa di riscontro si porgono cordiali saluti.

Il Presidente e Legale Rappresentante

Andrea Greco

22 marzo 2021

 

3 COMMENTS

  1. Buongiorno, l’associazione “Lido degli Angeli” meritava una pronta risposta via PEC (Posta Elettronica Certificata). Non è accettabile che il sindaco di Porto Cesareo risponda via Facebook sulla sua pagina, solo dopo un comunicato online di Veglienews. Alla PEC si risponde via PEC, altimenti perchè è stata creata la PEC per il cittadino privato e per gli enti pubblici? Allora, per attirare l’attenzione del sindaco cesarino, anche su questioni di igiene e salute pubblica, occorre rivolgersi solo ai giornali online? Mi spiace ma boccio, in modo netto, questo modo di fare del sindaco.
    Aggiungo, la piena insoddisfazione per il ritardo dell’intervento di messa in sicurezza di un manufatto di amianto deteriorato e potenzialmente attivo nella dispersione di fibre, particolarmente nocive alla salute pubblica. Il sindaco è la massima autorità sanitaria locale e non deve tentennare in questi casi, nell stile “poi si vede…”; i soldi, per altre azioni secondarie ed effimere, si trovano subito e qui dobbiamo aspettare?
    Sig. Francesco SCHITO – Capogruppo dell’opposizione, “Cambiare Rotta” – Porto Cesareo (LE)
    Porto Cesareo, 25 marzo 2021

LEAVE A REPLY