“RICOMICIO DA TRE”… E SIAMO RIMASTI SOLI: CASA TRAMACERE E I PROGETTI PARTNER

0
1167

FLASHBACK PERSONALE  DI UNO SPETTATORE IN  UNA SERATA A TEATRO

Domenica 1 Marzo 2020 è andato in scena a Carmiano lo spettacolo della compagnia teatrale vegliese “Novecento” dal titolo “Le Trame del Vestito” in omaggio allo scrittore Giovanni Rodari per il centenario della sua nascita.

Spettacolo  sold out  in un cineteatro da 240 posti circa. Una piccola “bomboiera” che soddisfa appieno le esigenze della comunità di Carmiano ospitando anche eventi di altre comunità.

La Compagnia Vegliese ha dato ancora una volta prova di professionalità mettendo in scena un racconto di Gianni Rodari a sua volta tratto da una fiaba di Hans Christian Andersen del 1837. È stato un piacere  per il pubblico e soprattutto per i bambini presenti assistere allo  spettacolo in una location bella e comoda a pochi chilometri da Veglie.

Prima che cominciasse lo spettacolo è stato inevitabile per me guardare il posto, contare le poltrone, ammirare le fotografie dei film storici  o degli attori più famosi che hanno fatto la storia del cinema, gustarmi la presenza di un proiettore da 35mm. In una parola “godere” di questa piccola bomboniera, contenitore di cultura,  a pochi chilometri da Veglie.

Cosa accomuna il Cineteatro “Lumière” di Carmiano (ex cinema Empire) a Veglie?

Non tutti  lo sanno, ma il Cineteatro Lumière di Carmiano è strettamente legato a  Veglie. Sono uniti da un progetto comune che si chiama “RICOMINCIO DA TRE”  che ha visto nella parte iniziale la partecipazione di cittadini e di  associazioni  in alcune riunioni, tenute nella sala consiliare del comune di Veglie presso Parco Rimembranze, che avevano lo scopo di individuare e di proporre dove e come destinare le risorse del bando per la Rigenerazione Territoriale.  (Coinvolgimento necessario per partecipare a quel bando come anche ad altri, per esempio “pirp San Francesco” , ai quali veglienews è stato sempre presente). 

La Regione Puglia con l’Azione 7.2.1 dell’Asse VII del P.O. FESR 2007-2013 finanziò  i “Piani integrati di sviluppo territoriale volti alla rigenerazione di sistemi di centri urbani minori” ai quali potevano partecipare i Comuni con meno di 25.000 abitanti, associati tra loro. Per partecipare al bando si creò un raggruppamento con il nome “Ricominciodatré” che aveva come Comune Capofila  Veglie attorno al quale si unirono il  Comune di Salice Salentino e il Comune di Carmiano. L’importo del progetto e del finanziamento era di 1.800.000 euro. Il progetto dei tre comuni si sviluppava sul “tema del cinema, del teatro, dell’audiovisivo e delle arti visive, con l’obiettivo di produrre direttamente attività di animazione cine-culturali per la rivitalizzazione del tessuto sociale; lo sviluppo del turismo ambientale, culturale, ecc.; l’attrattività e competitività del territorio; la qualità dell’offerta culturale; l’inclusione delle fasce più deboli; le attività che alimentano le trame e i legami di relazione tra gli abitanti e il proprio ambiente ‘culturale’”.

Nel Bando della Regione Puglia  si affermava che “i territori non possono essere solo luoghi contenitori di servizi, ma realtà che producono direttamente cultura, così da contrastare la tendenza che oggi spinge i Comuni a spogliarsi di ogni iniziativa culturale. Al contrario, occorre preservare agli Enti pubblici la capacità di orientare e promuovere la ricerca e la produzione culturale, ripensandone ed innovandone i modi là dove necessario, inclusa l’individuazione delle fonti di finanziamento. ”

A Salice, nel Convento della Madonna della visitazione si pensò di collocare attività laboratori ali di produzione cinematografica e il “Laboratorio della memoria”.

A Carmiano il Piano prevedeva  il recupero di una sala cinematografica storica, il cinema Empire, e della piazza antistante.

A Veglie si progettò la sopraelevazione di “Casa Tramacere” con l’intenzione di destinare il piano terra a sede per le associazioni e il suo piano primo a sala per le proiezioni d’essai e il Cineforum.

Il  raggruppamento Ricominciodatré  ha ottenuto il patrocinio del Piano da Apulia Film Commission5 (con la previsione di entrare nel circuito ‘d’Autore’ che Afc gestisce). Il Piano richiedeva anche l’obbligo delle tre Amministrazioni di provvedere, successivamente al suo insediamento e prima che si concludessero lavori, all’esperimento della gara di affidamento della gestione del progetto culturale intercomunale.

Di seguito si può leggere quello che era previsto nel progetto ricominciodatre:

RICOMINCIODATRE’ – SALICE SALENTINO – EX CONVENTO DELLA MADONNA DELLA VISITAZIONE

Salice Salentino, convento della Madonna della visitazione, pianta del piano terra e del primo piano.

L’ex convento della Madonna della visitazione di Salice Salentino ospiterà al piano terra diversi laboratori la cui necessità è emersa nel corso degli incontri partecipativi svolti: laboratori di produzione cinematografica amatoriale e didattica (per le scuole), laboratorio di produzione artigianale di costumi cinematografici, laboratori per le arti visive. Nel chiostro potranno avere luogo esposizioni temporanee, a corredo delle quali è prevista una saletta audiovisivi, o eventi all’aperto per un totale di circa 80 posti. Il progetto si completa con una proposta di riuso del piano primo, anche se i relativi lavori dovranno essere rimandati a un secondo stralcio funzionale, che prevede uno spazio per le esposizioni al chiuso e il “Laboratorio della memoria”, una sorta di mediateca in cui archiviare materiale audiovisivo – raccolto nei diversi formati e convertito; l’obiettivo è quello di raccogliere esperienze e racconti della popolazione locale, per preservare la memoria delle piccole storie e quella dei grandi eventi collettivi, e svolgere attività di formazione sull’audiovisivo e sul valore del documentario.

RICOMINCIODATRE’ – CARMIANO – RECUPERO EX CINEMA EMPIRE

Carmiano, Pianta dell’ex cinema Empire.

Nel Comune di Carmiano è stata individuata un’area in cui è presente una sala cinematografica storica per la città, ormai dismessa, e uno spazio pubblico adiacente, in diffuso stato di degrado, insufficiente, sia dimensionalmente che come capacità rappresentativa, ad assicurare all’area quel valore di centralità urbana che invece meriterebbe. L’area è situata subito fuori dal centro storico della città, e la scuola e l’asse viario di via dell’lmmacolata, carica di valori prospettici e simbolici, rappresentano sicuramente una funzione di particolare attrattività per tutto l’immediato contesto. L’intervento prevede anzitutto il completamento dei lavori di recupero dell’ex cinema Empire, al quale, nell’ambito dell’intero raggruppamento, viene delegato l’ufficio di ospitare, con i suoi 240 posti, le attività cinematografiche e teatrali propriamente dette. Inoltre il piano prevede la realizzazione di uno spazio pubblico di relazione davanti al cinema, un collegamento pedonale che lo colleghi con il centro storico e il rifacimento della pavimentazione con materiali lapidei di quel tratto di via Immacolata che rimane perimetrato nell’area di intervento.

RICOMINCIODATRE’ – VEGLIE – RECUPERO CASA TRAMACERE

Rilievi e interventi sulla Casa Tramacère di Veglie. Da sinistra in alto, in senso orario: pianta del piano primo di nuova realizzazione; prospetto Nord; sezione CC’; render: vista interna dalla serra bioclimatica; studio bioclimatico della serra: maschera d’ombreggiamento con la sovrapposizione delle analisi della temperatura esterna.

Nel Comune di Veglie si è scelto di intervenire con un progetto più puntuale ma ugualmente strategico sul piano urbano; il sito, infatti, su cui insiste l’ex frantoio oleario oggetto del recupero, la cosiddetta Casa Tramacère, si pone come cerniera funzionale tra un asse urbano carico di valori simbolici e un’area pubblica sede di prestigiosi edifici sia storici che attuali. Il piano terra di Casa Tramacère, già esistente, insedierà associazioni che svolgano attività di educazione al teatro o altri laboratori rivolti a categorie sociali svantaggiate mentre al piano primo di nuova realizzazione – i cui lavori sono in corso di svolgimento – si prevede l’apertura di una sala per le proiezioni di film d’essai, per cineforum o per piccoli convegni. L’intero progetto sarà eseguito con tecnologie proprie dell’architettura sostenibile, con l’obiettivo di creare un nuovo sistema a ‘energia quasi zero’.

 

Dei progetti facenti  capo al raggruppamento Ricominciodatré , presentanti nello stesso periodo e nello stesso bando e con gli obiettivi sopra descritti,

  • quello di Salice è stato completato, inaugurato e utilizzato per la parte riguardante l’Azione 7.2.1 dell’Asse VII del P.O. FESR 2007-2013 e attualmente è in fase di nuovo adeguamento con nuovi finanziamenti;
  • per quello di Carmiano è attivo e utilizzabile il Cineteatro “Lumière”, uno splendido  luogo di cultura dove si può usufruire di cinema, teatro, musica e convegni di ogni genere oltre ad  un enorme piazzale all’aperto utilizzabile anche questo  come spazio culturale e di aggregazione sociale;
  • a Veglie abbiamo “Casa Tramacere” la cui funzione è ancora un mistero e il suo utilizzo è ancora in alto mare.

VeglieNews

(notizie tecniche tratte dalla relazione di Carlo Patrizio, Ingegnere e membro dell’Istituto nazionale di bioarchitettura,  docente a contratto presso l’Università di Roma “La Sapienza”)

Leggi il capitolo Ricominciodatre della la relazione dell’ing. Carlo Patrizio:  «Nuovi territori per una nuova sostenibilità: la rigenerazione territoriale»

LEAVE A REPLY