RIONE FRASSANITI: LA DISCARICA DEL COMUNE DI VEGLIE

0
920

A Veglie un “punto di raccolta” rifiuti abusivo al Rione Frassaniti

Una nuova denuncia ambientale inviata alla Redazione di Veglie News

 

Di seguito  il testo integrale e le foto che ha inviato il cittadino con una mail firmata:

RIONE FRASSANITI: LA DISCARICA DEL COMUNE DI VEGLIE

Da: XXXXXXXXXX (mail firmata)

VEGLIE – Gentile redazione di Veglie News, mi dispiace riproporre nuovamente lo stesso tema dopo l’articolo sui depositi di spazzatura che ci sono nei pressi della via del macello, ma dopo lo spettacolo di sabato scorso, è veramente troppo: sabato 12 giugno, alle ore 11.45 il personale dell’Axa è andato via dopo aver fatto la settimanale raccolta dei rifiuti ingombranti e, come per magia, al posto degli operatori compaiono 4 gomme di autovettura.

È veramente troppo, sembra quasi che la gente ci prenda gusto a lasciare ogni tipo di rifiuto nella via adiacente alla presunta area mercatale (altra opera d’arte delle varie amministrazioni comunali succedutesi, un’opera comunale progettata, creata, dimenticata e lasciata allo sbando più totale).

Dalle foto che vi allego potete vedere che il deposito di spazzatura in quel punto è un rituale che avviene puntualmente e la causa è da suddividere, secondo il mio punto di vista, in tre parti:

  1. il gestore del servizio di raccolta rifiuti: indubbiamente la ditta Axa svolge un servizio impeccabile sia nella raccolta porta a porta che nella raccolta dei rifiuti ingombranti, ma l’assenza di un’isola ecologica permanente a Veglie è una grave carenza e l’esistenza di un punto di raccolta “mobile” permette agli incivili di depositare qualsiasi tipo di rifiuto con la certezza che la settimana successiva qualcuno provvederà a ripulire;
  2. l’amministrazione comunale: logicamente non può esistere un disservizio senza la mancanza di attenzione da parte dei nostri amministratori. L’assenza di un’isola ecologica è anche colpa loro, come colpa loro è la nonchalance con la quale i nostri concittadini abbandonano la spazzatura certi della mancanza di provvedimenti: un cartello con la dicitura “area videosorvegliata” non è un buon deterrente se poi non si procede a multare realmente questi comportamenti.
  3. la popolazione vegliese: questa è la problematica maggiore, perché se non ci fossero individui che “passeggiano” furtivamente in quel punto con due bustoni in mano aspettando che non passi nessuno per compiere la loro missione, certamente non ci sarebbe questo mal costume.

E, in tutto ciò, quando tra pochi giorni arriverà la lettera con i bollettini della tanto odiata Tari, sarò ancora più demotivato a pagarli, perché trovo scorretto che il denaro mio e di altri onesti concittadini copra le brutte abitudini di gente menefreghista che non si cura del fatto che il paese sia abitato ANCHE da bambini ai quali bisogna portare questa immagine infelice come modello da NON seguire.

mail firmata

14 giugno 2020

LEAVE A REPLY