«STUPEFATTO»: La compagnia Itineraria e il centro Narconon Gabbiano portano a Veglie il teatro sociale

0
347

Lo spettacolo “Stupefatto”: fare prevenzione con l’arte teatrale è possibile

VEGLIE – La recente rappresentazione teatrale dello spettacolo “Stupefatto” presso la sala consiliare del Municipio di Veglie tenutasi venerdì 6 dicembre 2019 è un chiaro esempio di quante cose buone possa fare l’alleanza delle istituzioni pubbliche con gli enti privati.

Gli sforzi congiunti dell’Amministrazione comunale di Veglie, dell’Istituto Comprensivo Statale di Veglie, della compagnia teatrale “Itineraria” e della comunità Narconon “Gabbiano” hanno permesso a numerosi studenti di assistere ed emozionarsi alla visone dello spettacolo “Stupefatto” portandoli al contempo a riflettere su temi importanti come la prevenzione alle tossicodipendenze.

Stupefatto è infatti un eccellente spettacolo inserito nel filone del teatro sociale che in pochi anni ha già fatto 350 repliche viste da oltre 200.000 studenti. Lo spettacolo ha ottenuto una targa di riconoscimento da parte del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per l’alto valore civile e sociale ed è stato il vincitore del premio Nazionale Enriquez 2016 come miglior attore, miglior drammaturgia e miglior spettacolo.

Questa rappresentazione è tratta dall’omonimo romanzo autobiografico di Enrico Comi, che dopo essersi riabilitato 30 anni fa, grazie al programma Narconon, ha iniziato a occuparsi a tempo pieno di prevenzione in ogni suo aspetto ed oggi è uno dei massimi esperti in questo settore. Anche lui presente allo spettacolo di Veglie ha così commentato questa rappresentazione: “è uno spettacolo che porta i giovani a riflettere. Non dice: fa male. Non giudica chi usa droghe, ma conduce lo spettatore, passo dopo passo nel racconto della mia vita. Molti si rispecchiano e rivalutano la propria vita, le loro attuali decisioni per poi trarre riflessioni importanti per il loro futuro.”    

Gli studenti e gli insegnanti dell’Istituto di Veglie, oltre ad aver assistito al commovente spettacolo hanno potuto interagire con gli stessi autori ed organizzatori, fra cui i dirigenti della comunità Narconon e comprendere che le corrette e veritiere informazioni sulle droghe fanno la vera differenza tra il vivere una vita sobria o una da potenziale fruitore di tali sostanze.

Al termine dell’istruttiva giornata il Sindaco di Veglie, dott. Claudio Paladini, ha voluto consegnare alla comunità Narconon una targa “per l’instancabile e costante lavoro nell’ambito della prevenzione e della riabilitazione da droghe e alcol. 

Salvaguardare le future generazioni è un vitale dovere sociale e la comunità Narconon Gabbiano ne è un brillante esempio.”

Anche il rappresentante dell’Istituto Comprensivo Polo 1 di Veglie, prof. Giovanni Mattia, a voluto ringraziare gli operatori del centro Narconon Gabbiano, per aver fatto un grande e molto gradito dono, con lo spettacolo teatrale “Stupefatto” dichiarando inoltre che: “tutti gli alunni e gli insegnanti presenti in sala hanno apprezzato tantissimo la rappresentazione, molto toccante ed educativa. Di sicuro, i ragazzi faranno tesoro del messaggio ricevuto, che in futuro, li aiuterà a non deviare dalla via della sanità fisica e mentale.”

La campagna educativa di prevenzione del Narconon Gabbiano approderà prossimamente in altri istituto scolastici della Puglia e per coloro che desiderano ricevere maggiori informazioni o organizzare conferenze di prevenzione è possibile contattare questa comunità di Torre dell’Orso allo 0832.841856 o a info@narconongabbiano.it

10 dicembre 2019

LEAVE A REPLY