VEGLIE DI TUTTI: «INTERPELLANZA SULLA MACCHIA MEDITERRANEA DI BELMONTE – LUPOMONACO»

0
1706

Interpellanza dei Consiglieri Comunali  del gruppo “Veglie di Tutti”
Giuseppe Landolfo, Stefania Capoccia,
Claudio Paladini, Laura Mogavero, Katia Prato

Testo integrale dell’interpellanza:

La Macchia Mediterranea di Belmonte – Lupomonaco, è da sempre stato un posto straordinario per il suo particolare habitat. Più di 200 specie di piante protette risiedono sulla superficie di questo luogo meraviglioso. Partendo da questi presupposti nel 2018, il consiglio regionale insieme alla sua giunta, hanno avviato le dovute procedure per rendere la nostra macchia mediterranea Sito di Interesse Comunitario (S.I.C.).

La macchia di Belmonte, nel corso del tempo, è stata sempre oggetto di abbandono indiscriminato di rifiuti, ma anche di numerosi incendi; infatti il 17 luglio 2023 un devastante incendio, presumibilmente di matrice dolosa, ha totalmente distrutto la casetta di legno ubicata presso la macchia mediterranea.

Come consiglieri comunali del gruppo “Veglie di Tutti”, ci indigna il silenzio del sindaco e della maggioranza per quello che è accaduto alla macchia.

Riteniamo pertanto grave tale atteggiamento, in quanto risulta significativo che non conta più l’ambiente per gli amministratori di maggioranza, il quale sembra ormai un argomento passato in secondo piano. La procedura già avviata da parte del Ministero all’Ambiente è un atto significativo per valorizzare la nostra macchia, per questo riteniamo sia un dovere dinanzi alle istituzioni e per la salvaguardia dell’ambiente, che la maggioranza faccia la sua parte per valorizzare questo splendido posto che abbiamo a Veglie.

Quindi come consiglieri del gruppo “Veglie di Tutti”, abbiamo deciso di stilare la seguente interpellanza che verrà discussa al prossimo consiglio comunale:

Premesso che:

  • tra le aree di maggiore interesse del nostro Comune figura la “Macchia di Lupomonaco o di Belmonte”, già individuata nel 2018 dalla Giunta Regionale come area da inserire nell’elenco delle aree SIC viste le sue peculiarità e già destinataria di un apposito regolamento di fruizione;
  • nel corso degli anni tale importante area è stata spesso oggetto, non solo di abbandono indiscriminato di rifiuti, anche di natura speciale e pericolosa, ma anche di numerosi incendi, spesso di matrice dolosa;

Considerato che:

  • in data 17 luglio 2023 un devastante incendio, presumibilmente di natura dolosa, ha totalmente distrutto la casetta in legno ubicata nella macchia in argomento;
  • il 22 luglio del 2022 l’amministrazione uscente ha provveduto a far installare tre telecamere termiche, per la rilevazione dei principi d’incendio, e una telecamera speed-dome per la sorveglianza dell’intera area;
  • nel mese di aprile 2023 sono stati installati n° 7 cartelli, sui rispettivi varchi d’ingresso all’area naturalistica, indicante il divieto di accesso con qualsiasi mezzo a motore;

Si interpellano il Sindaco, l’Assessore all’Ambiente e l’Assessore alla Videosorveglianza, ognuno per la parte di propria competenza, per i seguenti punti:

  • come mai un episodio così grave non è stato reso pubblico alla cittadinanza, anche attraverso i canali social, come puntualmente viene fatto per qualsiasi notizia sul profilo del Sindaco, ma è stato portato all’attenzione solo grazie alla sensibilità del Consigliere Cosimo Vetrano attraverso il suo profilo personale facebook;
  • se, a seguito di tale evento, si sono attivate tutte le procedure per il recupero delle immagini visto il numero elevato di dispositivi elettronici presenti nell’area e, se si, quali sono stati i risultati di tale attività;
  • come mai non si sia potuta evitare la totale distruzione dell’immobile in legno essendo presenti telecamere per la rilevazione dei principi d’incendio;
  • se dal posizionamento dei cartelli ai varchi d’accesso ad oggi sono state elevate sanzioni amministrative ai trasgressori;
  • quali sono gli intendimenti dell’Amministrazione circa il ripristino della casetta in legno, utilizzata in passato dalle scuole come itinerario scolastico per l’osservazione floro-faunistica, e per l’intera area visto che nel programma elettorale non vi è alcun riferimento.

I consiglieri Comunali  del gruppo “Veglie di Tutti”
Giuseppe Landolfo, Stefania Capoccia
Claudio Paladini, Laura Mogavero, Katia Prato

 

LEAVE A REPLY