VIDEO SORVEGLIANZA URBANA: Il prossimo passo dopo il successo di quella Ambientale

0
1056

«OCCHI SICURI» PER IL COMUNE DI VEGLIE

VEGLIE – Da marzo 2021 è attiva nel territorio del Comune di Veglie  la video sorveglianza ambientale con l’installazione delle cosiddette “foto trappole”.

Grazie a questo prezioso servizio sono già stati “immortalati” i primi trasgressori, ritratti durante le fasi di abbandono dei rifiuti sul suolo pubblico comunale, ai quali  in questi giorni verranno notificati i relativi verbali.

Un servizio utile quello della video sorveglianza ambientale apprezzato dalla maggior parte dei vegliesi.

Sono tanti però i cittadini e i commercianti che chiedono l’attivazione anche della video sorveglianza  urbana soprattutto in prossimità della stagione estiva durante la quale sono più frequenti furti, atti vandalici e incidenti per guida  spericolata.

Sulle pagine di Veglie News l’argomento è stato già trattato nell’articolo “ATTI VANDALICI A VEGLIE: STORIA DI UNA VIDEO SORVEGLIANZA MAI ATTIVATA”  del 20 febbraio 2016 nel quale si faceva una piccola cronistoria della video sorveglianza urbana a Veglie a partire dal progetto «Occhi Sicuri» del 2003,  realizzato nel 2006 e mai messo in funzione:

«La mattina del 13 febbraio 2006, trenta “Occhi sicuri” (cinque telecamere per ogni paese) furono attivati per sorvegliare in contemporanea piazze, strade e angoli di quartieri dei sei comuni salentini (Veglie, Arnesano, Carmiano, Monteroni, Novoli, San Pietro in Lama). A Veglie in particolare furono installate in Piazza Umberto I, Largo Calvario, Piazza della Costituzione,  Piazzetta Padre Pio, Piazza Ferrari. Scopo di questo progetto era di contrastare, attraverso il supporto di altri interventi contro il disagio giovanile, le zone  a rischio criminalità.  Una sorta di “Grande fratello” che riprende scene urbane di vita quotidiana 24 ore su 24 ma con il compito di scoraggiare e prevenire atti vandalici e fenomeni di illegalità.»

(Si consiglia la lettura dell’articolo del 2016 di cui sopra con tutti i rimandi agli articoli sui giornali del 2003, 2005 e 2006 per riuscire a seguire meglio lo sviluppo del progetto negli anni.)

A quanto già avvenuto e scritto, sono da aggiungere i seguenti capitoli successivi alla data del 20 febbraio 2016:

  • 5 – 6 Luglio 2016: Facendo seguito alla Determinazione del responsabile del settore lavori pubblici e pianificazione del territorio n. 59 del 09/06/2016 (Numero 193 Reg. Generale del 09/06/2016) con la quale si autorizzava “l’utilizzo delle  somme  stanziate dall’unione dei comuni – Union 3 per l’acquisto di apparecchiature per la videosorveglianza del centro abitato, l’acquisto di sistemi anti intrusione destinati agli immobili comunali e l’acquisto ed installazione di segnaletica stradale nel centro urbano di Veglie”, si svolge una gara per l’affidamento (oltre all’arredo urbano e agli impianti di allarme) “di materiale per impianto di videosorveglianza da aggiudicarsi secondo il criterio del prezzo più basso posto a base di gara – importo complessivo euro 9.900,00  oltre IVA”. La gara per la fornitura del materiale viene aggiudicata alla ditta EUROCOM TELECOMUNICAZIONI di Riccione per un importo di euro 8.646,64 oltre IVA (-12,66%).

Materiale previsto dal bando:

  • 4 Novembre 2016: Con la determinazione del responsabile del settore lavori pubblici e pianificazione del Territorio Numero 102 del 04/11/2016 (Numero 358 reg. Generale del 04/11/2016) si autorizzava l’utilizzo delle somme risparmiate rispetto all’importo complessivo preventivato sugli acquisti per arredo urbano e videosorveglianza urbana, per “L’ACQUISTO DI MATERIALE INTEGRATIVO PER L`ARREDO E PER LA VIDEOSORVEGLIANZA”. Per la videosorveglianza si provvede ad integrare le attrezzature  “al fine di  garantire anche il controllo di Piazza Ferrari, della postazione DAE di Piazza Umberto I e della porta di ingresso al vano scala della torre dell’orologio” con l’acquisto di ulteriori n. 4 telecamere, n.1 armadietto, n. 1 antenna, n. 4 box posteriori per un importo di €. 1.399,14 oltre IVA forniti dalla Ditta EUROCOM TELECOMUNICAZIONI di Riccione.

Considerato

che nel programma dell’attuale amministrazione si legge nel capitolo sicurezza:

  • installazione di impianto di videosorveglianza (già in dotazione al Comune di Veglie) e acquisto di nuove telecamere al fine di aumentare i punti da monitorare;
  • installazione di impianti antintrusione (già in dotazione al Comune di Veglie) negli edifici scolastici, spesso oggetto di atti vandalici e furti.

e che a Veglie

si parla di video sorveglianza dal lontano 2003; che i primi impianti (funzionanti)  sono stati realizzati nel 2006 e (forse) mai utilizzati; che si è provveduto ad acquistare nuova attrezzatura per la video sorveglianza nel 2016 e a integrare con ulteriore  attrezzatura  sempre nel 2016;

si chiede (come già fatto nell’articolo del 2016)

“che l’attuale amministrazione guidata dal Sindaco Claudio Paladini prenda l’impegno,  qualora non lo avesse già fatto, di dare seguito a quanto scritto sull’argomento sicurezza  nel documento riguardante le linee programmatiche della sua amministrazione  e di fare chiarezza sulla vicenda “Occhi Sicuri”.”

2 Luglio 2021

Veglie News

LEAVE A REPLY