Maria Concetta Stefanizzi: «RISPETTIAMO IL NOSTRO AMBIENTE»

0
610

Lettera di Maria Concetta Stefanizzi
«ALLA CORTESE ATTENZIONE DEI VEGLIESI E DEI SALENTINI»

C’è gente zozza e menefreghista!

Insofferente delle regole di convivenza civile e disposta a rischiare forti sanzioni buttando rifiuti di tutti i tipi  nelle campagne, nei canali, sui bordi delle strade.

Facendo un giro nelle campagne della nostra zona si possono trovare:

  • bottiglie di vetro (lanciate dai finestrini delle macchine)
  • spazzature domestiche, plastica di ogni tipo
  • divani
  • frigoriferi
  • damigiane
  • detriti di muratura
  • gomme d’auto e macchine agricole
  • pezzi di amianto in stato di abbandono, e poi sparsi  sui terreni agricoli dagli agenti atmosferici.

Di fronte  ad azioni di questo tipo, di così grande menefreghismo, di atti vandalici e incivili  di gente che fa scempio delle campagne coltivate e dell’ambiente intorno a noi, starsene in perfetto silenzio e infinita sopportazione serve forse a qualcosa?

La situazione è molto allarmante perché il fenomeno è in costante aumento!

Non ci sono campi coltivati, zone boschive o di macchia che non siano insozzate e contaminate da rifiuti di ogni tipo come PLASTICA e RIFIUTI SPECIALI.

Si muovono come ladruncoli, al calar della sera, per non essere visti e riconosciuti, ben sapendo di rischiare ammende salate; agiscono indisturbati, si fanno beffe del bene comune e poi se la ridono!

E tuttavia, concordiamo tutti sul fatto che la società e l’ambiente circostante, quello nel quale siamo immersi e respiriamo, meritano un trattamento ben diverso: meritano soprattutto rispetto e grandissimo riguardo.

Su un argomento così importante per la comunità è possibile e auspicabile aprire un dibattito per far emergere idee e proposte che contrastino il malcostume e promuovano un cambiamento culturale.

A testimonianza di quanto scritto allego foto del circondario di Veglie e Torre Lapillo.

Cordialmente

Maria Concetta Stefanizzi

.

LEAVE A REPLY