Plagio su giornali online e blog: reati e conseguenze

0
1592

Cancellazione articoli dalle pagine di VeglieNews per plagio

A seguito di un controllo più attento su alcuni articoli pubblicati in passato sulle pagine di VeglieNews e a nuovi successivi controlli, la redazione ha constatato che almeno più di un caso, per ora, sono state inviate per la pubblicazione  lettere  a firma di un/una  lettore/lettrice  vegliese non riconducibili all’autore indicato nella firma.

  • In un caso, nel 2022 in occasione delle elezioni comunali   è stato inviato e pubblicato un comunicato  che era la copia di una lettera  già pubblicata nel 2018 su un’altra testata online con la firma dell’autore originale. La lettera è stata inviata a VeglieNews, con i riferimenti territoriali modificati, senza citare le fonti e attribuendosene la paternità.
  • In un secondo caso, ad agosto 2022 è stata inviata alla redazione una petizione rivendicata dall’autore della firma ma in realtà si trattava della copia di una petizione lanciata a novembre 2020 da un noto studio legale sulla piattaforma change.org.

Per la serietà che ha sempre contraddistinto il sito di informazione locale VeglieNews ci sentiamo obbligati a cancellare l’articolo e a scusarci con i lettori per averne dato  spazio senza aver prima controllato adeguatamente  le fonti.

Di seguito, a titolo informativo, riportiamo alcune notizie sul  plagio, sulle sanzioni e le responsabilità di editori e direttori e sulle tutele previste dalla normativa sul diritto d’autore  (articoli 2575 e seguenti del Codice civile e dalla legge 633 del 1941).

Le informazioni riportate di seguito sono uno stralcio e un riassunto dell’articolo completo  “Plagio su giornali online e blog: quando c’è reato e conseguenze”  pubblicato sul sito agenda digitale.eu  il 22/12/2020

Secondo l’articolo 2575 del Codice “formano oggetto del diritto di autore le opere dell’ingegno di carattere creativo che appartengono alle scienze, alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all’architettura, al teatro e alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o la forma di espressione”.

Pertanto anche un articolo giornalistico è considerato opera letteraria creativa, con conseguente tutela, prevista dagli articoli 65, 70 e 101 della legge sul diritto d’autore.

La cosa certa  è che è sempre necessario  citare la fonte. Inoltre la riproduzione, anche se riservata, può essere effettuata per critica o cronaca. Non può essere “copiato” un articolo per sfruttarne i contenuti in modo acritico e “parassitario”.

Nel caso che riguarda la lettera inviata a VeglieNews si è trattato di un “plagio testuale” vale a dire della “riproduzione, integrale o parziale, di un testo, senza le autorizzazioni previste dalla legge sul diritto d’autore“.

In sede civile, l’autore originale della lettera potrebbe far valere, davanti al Giudice civile, il diritto alla paternità dell’opera e chiedere anche il risarcimento dei danni patiti. La procedura  è gestita in via amministrativa dall’Autorità Garante per le garanzie nelle comunicazioni (Agicom). L’art. 9, comma 3, del Regolamento prevede, infatti, che la Direzione dell’AGCOM possa notificare l’avvio del procedimento “al gestore del sito o al fornitore di servizi di media audiovisivo o radiofonico” se ritiene fondata la richiesta e “ove non risultino soddisfatte le eccezioni di cui agli articoli 65 o 70 della Legge sul diritto d’autore”.

In sede penale il plagio letterario costituisce  reato, ai sensi dell’articolo 171 comma 1, lettera a)-bis della legge sul diritto d’autore. La pena è una multa da 51 a 2.065 euro.

La responsabilità dell’Editore e del Direttore responsabile è di natura civile verso chi rivendica in giudizio la paternità dell’opera.

Il Direttore è responsabile per i reati commessi dai “suoi” giornalisti a titolo di omesso controllo dell’attività dei medesimi, anche con riferimento alle ipotesi di plagio letterario, se costituente reato.

Se un blog è utilizzato per accogliere contributi da soggetti esterni e non organici alla redazione, si può tranquillamente dire che lo stesso blog è parte integrante dell’attività pubblicistica della testata.

Da qui la responsabilità del direttore e/o del suo delegato per l’attività del blog.

**

Le stesse regole valgono anche per le citazioni che si fanno sui social. Occorre prestare molta attenzione ai tweet, agli status, ai post, ai commenti  e a tutto ciò che si condivide in rete.

Quando si fa una citazione  di una poesia, di un canzone, di un libro, di un autore, ecc  è bene usare sempre le virgolette e mettere il nome dell’autore. Oltre che una questione legale è anche una questione di rispetto dell’autore. Attribbuirsi la paternità  di opere create da altri è una mancanza di rispetto sia nei confronti  di chi le ha scritte  sia nei confronti di chi le legge.

Veglie News

LEAVE A REPLY