«Aprite il cervello. Analizziamo il Paese in cui viviamo, immaginiamo quello in cui potremmo vivere» Il libro di DAVIDE MAZZOTTA

0
1174

Il libro del giovane vegliese Davide Mazzotta disponibile nelle librerie e negli store online

È uscito Martedì 12 Marzo 2024 in  tutte le librerie e negli store online il nuovo libro di Davide Mazzotta dal titolo «Aprite il cervello. Analizziamo il Paese in cui viviamo, immaginiamo quello in cui potremmo vivere» edito da Rizzoli.

Davide Mazzotta è un autore e content creator italiano. Creatore della seguitissima pagina Instagram Aprite il Cervello”.  Si impegna in tematiche legate ai diritti civili e all’uguaglianza e lotta contro i pregiudizi e gli stereotipi di genere. Davide, originario di Veglie (Lecce),  è nato nel 2002 ed è  diplomato presso l’Ites Adriano Olivetti di Lecce. Attualmente frequenta la facoltà di Scienze Politiche all’Unisalento.

Il libro ha come obiettivo quello di riuscire ad affrontare tematiche complesse attraverso un linguaggio semplice e adatto a un pubblico giovanile,  come lo è quello che segue la pagina instagram dell’autore, oppure a chi in generale si approccia per la prima volta a temi di natura sociale-politica. Nel libro si parla in generale di diritti civili, lotte alle disuguaglianze e abbattimento di stereotipi e discriminazioni.

«Spesso noi giovani veniamo etichettati come apatici, svogliati e poco interessati a ciò che accade nel mondo intorno a noi.  – afferma Davide Mazzotta – La realtà invece  è ben altra, abbiamo semplicemente dei mezzi e un linguaggio diverso per esprimerci. Proprio attraverso tutto questo la mia pagina Instagram “aprite il cervello” ha raggiunto oltre 800.000 follower, diventando il megafono di tanti giovani che spesso fanno difficoltà a rivedersi nel complesso linguaggio politico. – continua l’autore – Il libro è un po’ una sorta di approfondimento di quello che porto quotidianamente sulla mia pagina Instagram, un libro scritto da un giovane per i giovani e per chiunque voglia darsi la possibilità di ascoltare i nostri punti di vista senza etichettarci come generazione di scansafatiche.»

L’incredibile e rapido successo del libro sostenuto anche dalla sua pagina Instagram ha già portato Davide ad essere ospite di trasmissioni tv come

 OMNIBUS su LA7

e MATTINO NORBA su TELE NORBA.

Davide Mazzotta non è nuovo alla ribalta nazionale. Circa 3 anni fa, nel 2021, l’autore della pagina Instagram “Aprite il cervelo” ebbe uno scontro diretto sui social  con Giorgia Meloni di cui si può leggere un articolo dettagliato sul giornale nazionale “giornalaettismo” a questo link:
www.giornalettismo.com/meloni-contro-pagina-instagram-apriteilcervello

.

IL LIBRO (Recensione dagli store online): «Aprite il cervello» “In un Paese nel quale si tenta ogni giorno di tenere a bada le menti, informarsi è il primo atto politico da compiere. Analizziamo e combattiamo le politiche di oppressione, i pregiudizi di genere, il razzismo e il fascismo sempre più dilaganti in Italia. Siate la quotidiana opposizione, il preludio di una grande rivoluzione.”

A che punto siamo in Italia con l’estensione dei diritti, con l’abbattimento degli stereotipi di genere, con il definitivo superamento della mentalità e delle nostalgie fasciste? Cosa ne è stato del Ddl Zan, che avrebbe dovuto finalmente dotare anche il nostro Paese di una legge contro l’omobitransfobia e che invece, dopo essere stato bocciato al Senato nel 2021, è uscito dall’agenda politica? E cosa ne è stato della presunta “emergenza immigrazione”, sventolata per anni dalla destra a colpi di fake news? L’impressione, netta e chiara, è che, complice la presenza al governo dei partiti di destra, stiamo vivendo un autentico autunno delle nostre libertà. Con rabbia, ma mai con rassegnazione, con coraggio, lucidità e speranza, in “Aprite il cervello” Davide Mazzotta traccia il triste panorama dell’Italia di oggi – anche attraverso il confronto con la situazione degli altri Paesi –, prova a immaginare un futuro migliore e ci chiama a raccolta per costruirlo insieme. Nella convinzione che è dal basso, dal vissuto quotidiano di ognuno di noi, che può e deve nascere il cambiamento. La stessa convinzione che ha decretato il successo del suo profilo Instagram, che ha raggiunto attualmente quasi 800.000 follower e che costituisce, per tantissime persone di tutte le età, una sorta di imprescindibile rassegna stampa, un commento puntuale e autorevole ai principali fatti politici del giorno, un baluardo contro la deriva del nostro Paese in termini di perdita di diritti civili, disuguaglianze, rigurgiti fascisti, razzisti e omofobi.

.

.

LEAVE A REPLY