Veglie tra i 24 Comuni Salentini del progetto rimboschimento spazi urbani ed extraurbani

0
709
(Foto di Umut AVCI da Pixabay)

24 Comuni del Salento indicano aree idonee al rimboschimento

All’invito della Provincia aderiscono Alezio, Caprarica, Carpignano, Castro, Collepasso, Galatone, Gallipoli, Giuggianello, Lecce, Leverano, Morciano, Nociglia, Novoli, Otranto, Palmariggi, Racale, Ruffano, Salice, Santa Cesarea, Sogliano Cavour, Spongano, Tuglie, Veglie e Vernole

Riforestazione sì: Veglie fa parte dei 24 Comuni salentini che hanno risposto all’invito della Provincia di Lecce  lanciato per coinvolgere il territorio nel progetto di rimboschimento degli spazi urbani ed extraurbani.

Obiettivo: puntare alla sostenibilità ambientale, trasformare il Salento in un territorio più green coinvolgendo tutti i Comuni, con l’obiettivo di riqualificare il verde urbano, mitigare le emissioni inquinanti, favorire l’adattamento ai cambiamenti climatici e ricostruire il paesaggio post xylella.

A seguito del Protocollo d’intesa per il rimboschimento con Fondazione Sylva e del Protocollo di adesione a “Mosaico Verde”, Campagna nazionale per la forestazione di aree urbane ed extraurbane e la tutela di boschi ideata da AzzeroCO2, la Provincia di Lecce aveva promosso un incontro informativo (lo scorso 11 gennaio), nel quale si chiedeva ai sindaci di comunicare la disponibilità di eventuali aree potenzialmente idonee ad ospitare interventi di forestazione urbana ed extraurbana, per programmare gli interventi successivi.

Ad oggi, hanno aderito, trasmettendo i riferimenti delle aree disponibili per la riforestazione, il recupero e la valorizzazione del paesaggio, i seguenti Comuni: Alezio, Caprarica, Carpignano, Castro, Collepasso, Galatone, Gallipoli, Giuggianello, Lecce, Leverano, Morciano, Nociglia, Novoli, Otranto, Palmariggi, Racale, Ruffano, Salice Salentino, Santa Cesarea Terme, Sogliano Cavour, Spongano, Tuglie, Veglie e Vernole.

AzzeroCo2, azienda leader nel settore, in questi giorni sta provvedendo a contattare i riferimenti comunicati da ogni Comune, per programmare un sopralluogo e definire le successive determinazioni per interventi che mirano ad un Salento sempre più verde.

”La cabina di regia-Provincia continua a funzionare, anche rispetto agli interventi di ripristino ambientale. Ci siamo posti a sostegno dei processi di rinaturalizzazione delle aree e, in maniera pratica, abbiamo presentato il progetto ai sindaci del nostro territorio, così da poter individuare le aree del Salento potenzialmente idonee ad ospitare interventi di forestazione urbana ed extraurbana. Ora via alle azioni concrete da intraprendere per creare nuovi polmoni verdi sul territorio e migliorarne la gestione”, dichiara Stefano Minerva, presidente della Provincia.

.

LEAVE A REPLY