“Filo Rosso d’Arneo” festival letterario: incontro con Catena Fiorello ed il suo “AMURI”

0
783

Catena Fiorello presenta il suo ultimo lavoro “AMURI”

Sabato 10 luglio, ore 19.00 – Cantina Cupertinum a Copertino

COPERTINO – Entra nel vivo il festival letterario “Filo Rosso d’Arneo”, organizzato e promosso da un comitato d’eccezione che mette assieme partner pubblici e privati che hanno a cuore il proprio territorio.

Il secondo appuntamento è con Catena Fiorello e il suo ultimo lavoro “AMURI”edizione Giunti – nato dalla fascinazione per Alicudi, un ‘isola siciliana mai visitata dall’autrice ma con cui è intimamente connessa.

L’isola siciliana che nel romanzo prende il nome arcaico di Arcudi, luogo ricco di contraddizioni e magia, storie e leggende non solo è l’ispirazione del romanzo ma ne diventa un altro personaggio.

L’appuntamento è per sabato 10 luglio alle ore 19.00 presso la Cantina Cupertinum di Copertino. Dialogano con l’autrice Cosimo Durante – Presidente del GAL Terra d’Arneo, Francesco Trono – Presidente Cantina Cupertinum e Sandrina Schito – Sindaco di Copertino.

Con Amuri Catena Fiorello torna al romanzo intimistico familiare: una storia di personaggi in cerca delle loro radici, impegnati a fare i conti con un passato ancora sospeso.

Un romanzo in cui sono i figli a salvare i genitori e insieme se stessi, da leggere accompagnati dalla colonna sonora Amuri, lo struggente brano cantato da Adele Tirante.

A trentacinque anni, un matrimonio in crisi con Giulio, Isabella vuole raggiungere quel luogo lontano in cui è stata davve­ro serena per l’ultima volta. Con gli occhi socchiusi riesce a ritrovare la lei bambina, ospite a casa dei nonni. Da quel punto alto, affacciata alla finestra, il mondo sem bra un sogno dolcissimo. Arriva il gior­no tanto atteso, quello in cui riceve la prima biciclet­ta. Sono tutti in giardino, lei, mamma, papà con sua sorella Adele in braccio, e i nonni, orgogliosi in un angolo. Poche ore dopo in quel quadro armonioso si rompe un equilibrio. Senza un motivo apparente i suoi decidono di rientrare in città. Lacrime, urla, e rabbia nel cuore. Perché è accaduto? Perché tutta quella fretta? Gli adulti non rispondono e, peggio, si allontanano fra loro. La famiglia intera deflagra, fino alla separazione dei genitori. È con questo bagaglio di dolore che Isabella parte, dopo venticinque anni, alla volta di Arcudi. La scusa è prendersi una pausa per salvare il suo di matrimonio, su quell’isola dove tutto è ardore, natura selvaggia e silenzio. L’incontro con Daniel, un chitarrista filosofo con l’ambizione della scrittura, la aiuterà a capire cosa le manca davvero. Si nutri­ranno a vicenda dei propri dubbi, in una dinamica inesplorata che insegnerà a Isabella ad accettare al­cune amare rivelazioni. E intanto, tra un’escursione in barca, una camminata verso le alture del vulcano, e un tramonto capace di togliere il fiato, Isabella compirà il viaggio più bello, quello dentro se stessa, e scoprirà che l’amuri, l’amuri vero, anche quando è perduto può fare ancora del bene.

Catena Fiorello Galeano è una scrittrice siciliana, ha pubblicato per Giunti con grande succes­so L’amore a due passi (2016), Picciridda (2017) e Tutte le volte che ho pianto (2019). Nel 2020 è uscito il primo capitolo della saga delle “Signore di Montepepe”, Cinque donne e un arancino, rimasto per settimane in testa alle classifiche. A gennaio 2022 uscirà il se­condo, attesissimo volume.

Filo Rosso d’Arneo” è un festival letterario nato per celebrare l’identità della Terra d’Arneo, l’area geografica del Salento ionico a cavallo tra le province di Lecce, Brindisi e Taranto. Bellezze naturali, luoghi intrisi di storia ed affermate realtà produttive faranno da cornice a reading letterari, dialoghi e rappresentazioni sceniche con importanti autori del panorama nazionale ed internazionale. Tra gli obiettivi del Festival c’è quello di celebrare i 70 anni di lotte contadine: storie di riscatto e libertà che si sono intrecciate in questi luoghi, storie di diritti violati e conquistati che hanno forgiato le comunità locali ed hanno contribuito a rendere rigogliosa e produttiva questa parte del meridione d’Italia.

Gli eventi in calendario, in programma fino al mese di dicembre 2021, si svolgeranno in forma itinerante ed interesseranno tutti i 12 Comuni dell’Arneo, dalla terra al mare, per tessere un itinerario rappresentativo del territorio e valorizzarne bellezze e peculiarità. Nel corso di ogni evento sarà possibile incontrare gli autori, degustare le migliori etichette di vini ed i prodotti locali, nelle incantevoli atmosfere di masserie, cantine, parchi naturali e stabilimenti balneari.

Gli eventi sono a partecipazione libera e si svolgeranno nel rispetto delle normative anticovid.

7 luglio 2021

LEAVE A REPLY