Il Barbuto: «Due parole sul progetto della pista Porsche di Nardò»

0
552

Articolo dal Blog: «Il Barbuto: Uno sguardo personale sul Mondo»

Abbiamo ricevuto l’invito a pubblicare l’articolo direttamente dall’autore del Blog. Nonostante non ci sia il nome  né sull’articolo  e neanche sul blog (viene usato solo lo pseudonimo “il Barbuto”) l’articolo è stato comunque riportato e linkato alla pagina originale. Il motivo è perché sono risultati interessanti lo stile  e gli argomenti di tutto il Blog nonché  originale la presentazione dell’autore.

«Due parole sul progetto della pista Porsche di Nardò»

Un’analisi del progetto di ampliamento della pista Porsche, tra Porto Cesareo e Nardò (LE). In che consiste. A che punto siamo. Com’è andato il procedimento di approvazione del progetto. Cos’è il bosco dell’Arneo e quali sono rischi e vantaggi del progetto.

Intro

Sin da piccoli ci hanno insegnato che gli alberi sono nostri amici.

Producono ossigeno, trattengono e stoccano le emissioni inquinanti immesse in atmosfera, servono a stabilizzare il terreno, evitando quindi cedimenti in caso di alluvioni o frane.

Evitano la desertificazione della terra, perché assorbono e rilasciano nutrienti, fanno in modo che intorno crescano altre varietà vegetali, generando biodiversità.

Inoltre fanno ombra e quindi riducono l’innalzamento delle temperature sui suoli.

Infine, costituiscono quello che, nel complesso, viene definito paesaggio, ossia una bellezza naturalistica che, nel suo insieme, connota un certo territorio.

Se poi mettiamo che il bosco (ossia l’insieme di alberi e altre varietà) è antico, ancora meglio. Perché un bosco antico produce più ossigeno, riduce più le temperature, genera più stabilità nei suoli, crea più bellezza.

>>>CLICCA QUI E PROSEGUI LA LETTURA SUL BLOG “IL BARBUTO”>>>

 

.

 

LEAVE A REPLY