L’opposizione di Porto Cesareo: «Si è rotta la maggioranza che ha vinto le elezioni del 2020, la parola torni ai cittadini!»

0
1103

Comunicato dei Consiglieri di Opposizione di Porto Cesareo Francesco Schito, Stefano My, Anna Paladini

PORTO CESAREO – A Porto Cesareo si è platealmente rotta la maggioranza politica che ha vinto le elezioni nel 2020, pertanto riteniamo che si debba tornare dagli elettori con elezioni anticipate.

È ingiusto ed antidemocratico continuare a governare con una maggioranza ormai alterata, diversa da quello espressa dagli elettori di Porto Cesareo.

Anna Peluso (309 preferenze) e Eugenio Sambati (238 preferenze) hanno dichiarato contrarietà e distanza dal sindaco Tarantino.

Le responsabilità di questa situazione sono proprio del sindaco Silvia Tarantino, che non ha saputo trovare la quadra con tutte le sue componenti a sostegno: prima ha revocato il suo vice sindaco e assessore Anna Peluso per un commento su Facebook (addirittura), poi ha eseguito un “rimpasto” di Giunta non condiviso favorevolmente da tutti, un rimpasto che ha portato l’eliminazione anche dell’assessore Eugenio Sambati e l’elevazione ad assessori dei consiglieri Tania Piccinno e Marco Basile (il primo dei non eletti, entrato negli scranni consiliari solo grazie alle dimissioni dell’attuale assessore esterno, Barbara Paladini). Elevato anche a vice sindaco e potenziato di deleghe molto importanti, il veterano Salvatore Albano.

“Una turnazione”, la definisce il sindaco, ma ha riguardato chirurgicamente solo gli assessori con cui vigevano dei precisi accordi preelettorali confermati pubblicamente dal Presidente del Consiglio comunale Pasquale De Monte e che ha “salvato” i prediletti Albano e Paladini, quest’ultima quale assessore esterno. Proprio su quest’ultima si dubita il mancato rispetto dello Statuto comunale, che disciplina questa possibilità solo per personalità “in possesso di particolare competenza ed esperienza tecnica, amministrativa o professionale”: noi e tanti altri non abbiamo, francamente, puntuale evidenza!

La posizione degli ex assessori di maggioranza, Peluso e Sambati, è netta e chiarissima di allontanamento, pertanto si faccia la cosa giusta per il paese: dimissioni del sindaco Silvia Tarantino, per restituire così la parola agli elettori di Porto Cesareo, unici titolati a determinare la maggioranza al governo cittadino.

Nel caso in cui il sindaco declinasse questo invito e decidesse di proseguire, tra l’altro con l’appoggio incoerente del consigliere di minoranza Luigi Fanizza, la nostra opposizione sarà rafforzata e ancora più severa in Consiglio e fuori, proprio per il mancato rispetto del voto scaturito nel 2020.

I consiglieri comunali d’opposizione
Francesco Schito, Stefano My, Anna Paladini

LEAVE A REPLY