PORTO CESAREO: RESOCONTO DELL’ INCONTRO PUBBLICO DELL’OPPOSIZIONE “CAMBIARE ROTTA” SUL CASO IMU TERRRENI EDIFICABILI

0
2060

COMUNICATO  DEL GRUPPO DI OPPOSIZIONE DI PORTO CESAREO  “CAMBIARE ROTTA”

PORTO CESAREO / TORRE LAPILLO – Nel pomeriggio di Venerdì 3 febbraio 2023  si è tenuto, presso la biblioteca comunale “Angelo Rizzello”, l’incontro pubblico organizzato dall’unico gruppo d’opposizione consiliare di Porto Cesareo, il gruppo “Cambiare Rotta”, sul tema: IMU terreni edificabili 2017 – 3 mila avvisi di accertamento a cui hanno aderito professionisti locali e tantissimi cittadini.

Oltre ai 2 consiglieri comunali d’opposizione, Francesco Schito (capogruppo e moderatore dell’incontro) e Stefano My, sono intervenuti 2 dottori commercialisti, Fernando Cardellicchio e Stefano De Maglio, e l’avvocato Cosimo Manca.

L’iniziativa comunale di inviare 3 mila avvisi di accertamento senza nessuna comunicazione politico-istituzionale ha lacerato il normale buon rapporto tra amministrazione comunale e cittadini, tantissimi si sono espressi scontenti e molto delusi per questo motivo.

I professionisti intervenuti hanno messo in luce sia le criticità dell’avviso di accertamento –  come i riferimenti totalmente sbagliati di una delibera, il deficit di chiarezza e comprensione nell’avviso, il metodo di calcolo del valore di ciascun terreno, alcuni fattori stessi della formula applicata, il disallineamento con l’indirizzo politico, il blocco di edificabilità dei comparti di espansione (di fatto inedificabili da oltre 10 anni), etc – sia le azioni possibili dei destinatari dell’avviso, entro 60 giorni dalla notifica dell’avviso di accertamento, ossia il pagamento con riduzione a 1/3 delle sanzioni oppure presentare l’istanza (la richiesta) di accertamento con adesione al Comune di Porto Cesareo (Ufficio Tributi) oppure procedere direttamente  per un ricorso presso la Corte di Giustizia Tributaria di Primo Grado di Lecce.

A parere di molti cittadini presenti, la via maestra per far valere le proprie ragioni e per le prime esperienze negative di dialogo con il Comune, resta il ricorso. E’ un diritto da approntare tramite professionisti incaricati ed a cui bisogna rivolgersi per valutare e confrontare preventivi, tempi, costi fissi/variabili, benefici/rischi. Sarà poi un giudice tributario che deciderà in merito al caso rappresentato e documentato.

Per quanto concerne l’istanza (la richiesta) di accertamento con adesione al Comune di Porto Cesareo (Ufficio Tributi) è un altro diritto del contribuente disciplinato dalla legge dello Stato (rif.to Decreto Legislativo 19 giugno 1997 nr. 218 – articolo 6 comma 2) e recepito dal regolamento comunale delle entrate tributarie (art. 34 e successivi). Il contribuente, in sostanza, chiede un invito a comparire presso il Comune di Porto Cesareo per rappresentare validi elementi per la riduzione della base imponibile e la definizione in contradditorio degli elementi accertati. Si presenta in carta semplice (durante l’incontro è stato distribuito un fac-simile) e deve essere presentato in forma diretta presso il Comune (ufficio protocollo), a mezzo posta (raccomandata) o tramite PEC all’indirizzo pec del Comune di Porto Cesareo (protocollo.comune.portocesareo@pec.rupar.puglia.it).

In sostanza è un tentativo di “confronto” e le motivazioni possono essere rappresentate da sé (ovviamente meglio la forma scritta che verbale), oppure tramite scritti/prove ad hoc da parte di terzi incaricati (es. perizia giurata, memorie, presentazione di atti che dimostrano compravendite/espropri avvenuti nel comparto che palesano il reale valore di mercato post 2012* o la presenza di servitù o che il terreno è di pertinenza al fabbricato o il mancato riconoscimento di vincoli all’edificabilità, etc).

Quando si presenta questa istanza, la decorrenza dei termini si blocca, la possibilità di fare ricorso resta sempre possibile (ovviamente specie se il contraddittorio ha esito negativo).

Si segnala anche che, in caso di temporanea difficoltà economica del contribuente, si può chiedere la rateizzazione dell’importo dovuto (ciò è disciplinato dallo stesso regolamento comunale indicato, art. 18), sempre tramite richiesta apposita al Comune di Porto Cesareo.

Gli intervenuti restano a disposizione dei cittadini interessati al caso.

Il capogruppo consiliare d’opposizione, Francesco Schito, rinnova disponibilità a incontrare e informare (in forma singola o collettiva) i cittadini in merito al caso in questione (contatti diretti al numero di cel. 320-7071712).

Porto Cesareo, 8 febbraio 2023.

* E’ l’anno di adozione/approvazione del PUG di Porto Cesareo e quindi della rideterminazione dei valori dei terreni a cui si sta applicando l’aliquota IMU (anno 2017 vale il 5,6 per mille per poi salire all’8,6 per mille per l’anno 2022).

Di seguito il link al video dell’intervento dell’Opposizione “Cambiare Rotta” per lanciare un appello alla convocazione urgente del Consiglio comunale per il caso Imu terreni edificabili 2017:

https://fb.watch/iDQydoHt5x/

 

LEAVE A REPLY