Gruppo Sveglia Veglie: «Lettera al Sindaco e ai suoi Assessori»

1
2054

Il Gruppo di Cittadini «Sveglia Veglie» scrive una lettera al Sindaco e agli Assessori con una serie di domande

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

SCOPRI I SERVIZI DI KINGART.IT

Lettera del Gruppo “Sveglie Veglie”:

Veglie, anno domini 2022

Mentre alcuni cittadini sembrano svegliarsi dal torpore che a lungo ha regnato indisturbato nel paese, e iniziano a segnalare, porre domande, chiedere spiegazioni, l’amministrazione tace, e anzi, volutamente finge di non sentire, di non vedere, e quindi di non parlare.

Il gioco delle 3 scimmie in pratica, ma fatto sulla nostra pelle.

Riporto alcune questioni emerse negli ultimi tempi, che forse non sono state seriamente prese in considerazione, ma sulle quali, sarebbe davvero il caso di riflettere in modo serio, con annesse domande a chi di dovere.

Nell’ordine di comparsa su questi “schermi”:

1) a proposito di cultura, eventi, progetti…l’assessore Prato, in una di risposta ad una lettera firmata, sostiene piccata, che tutti i cittadini volenterosi, tutte le associazioni, tutti coloro che ne abbiano voglia, hanno il diritto (ma posto come è stato posto da lei, sembra quasi un dovere!) di avanzare proposte e mettersi a disposizione del paese, per creare contenuti che vadano ad arricchire la programmazione culturale di Veglie. Sarebbe così gentile, assessore, da spiegarci anche come e dove questo scambio di idee, può avvenire?

Come mai le consulte, che avrebbero davvero potuto portare un cambiamento nelle dinamiche di proposta e realizzazione di tanto, non sono mai state attivate, nonostante le numerose richieste di adesione??

E ancora, assessore Prato, con tanta soddisfazione, ci ha raccontato di come Veglie abbia partecipato al bando Educare in Comune, uno fra i pochi comuni pugliesi ad averlo fatto. In allegato, si trova l’elenco dei comuni partecipanti, ed il loro posizionamento. Veglie è al numero 1893 della graduatoria. I progetti finanziati, saranno 200.

Potrebbe spiegare, assessore, da cosa deriva un posizionamento così basso? Inoltre, è solo questo il bando intercettato, per cui il suo assessorato ha proposto dei progetti?

2) Passando oltre, l’assessore Cacciatore, nella sfilza di interventi riportati sempre sotto la su citata lettera, sosteneva di aver permesso il rifacimento di alcuni edifici scolastici, tra cui l’istituto scolastico Aldo Moro. Sarebbe opportuno che l’assessore si recasse oggi in quella scuola, per verificare con i suoi stessi occhi, come i lavori effettuati evidentemente non in modo adeguato, abbiano già fatto venir fuori gravi limiti. Infiltrazioni , bagni non decorosi (per non dire indegni, soprattutto considerato i prmi fruitori di quella struttura: i bambini !!)

Bene intercettare e ottenere fondi importanti per le ristrutturazioni, soprattutto se parliamo di scuola. Ma è possibile capire come vengono scelte le ditte che eseguono i lavori, e se poi le suddette ditte vengono controllate, verificando i risultati finali?? Sono o non sono soldi pubblici? Ottenerli, ed usarli male….è ancora peggio che non averli.

A proposito di illuminazione pubblica, l’assessore Cacciatore, sosteneva che non fosse scontato avere i mezzi per ripristinarla. È vero o non è vero che negli ultimi anni, fondi ministeriali vengono assegnati ad ogni comune italiano per l’illuminazione, nello specifico 90mila euro diventati 180 in epoca Covid?!

Dove sarebbe la bravura dell’amministrazione in questo caso?

E poi, a proposito di rifacimento stradale…il ripristino messo in atto da parte di Acquedotto Pugliese, Enel ecc ecc, non è altro che un atto dovuto dalle aziende stesse, che a Veglie stanno lavorando intervenendo praticamente in tutto il paese. Compito dell’ amministrazione, sarebbe verificare come questo ripristino ( che ripeto avviene a spese delle aziende e non del comune) viene posto in atto……. e non permettere gli scempi a cui spesso stiamo assistendo.

Assessore Cacciatore potrebbe informare la cittadinanza interessata, circa lo stato del contenzioso sorto per la questione cedimento stradale in seguito ai lavori per la Fogna Bianca di via Isonzo?? Molti di noi si interrogano al riguardo….

E ancora, nei paesi limitrofi spuntano come funghi centri sportivi, piscine coperte… potrebbe, Assessore Cacciatore, informarci circa lo stato di Agibilità di palazzetto dello sport, e campo sportivo??? È prevista la creazione di altri impianti o strutture di questo tipo?

Tantissimo altro avremmo da chiederle, mi fermo qui per non confondere e annoiare gli eventuali lettori

3) Mi rivolgo invrce, all’assessore Miccoli, possibile che la passeggiata tragicomica della mamma tra i “parchetti” di Veglie, pubblicata su queste pagine, non le sia arrivata alle orecchie, e peggio ancora, possibile non abbia suscitato in lei il minimo interesse? Possibile che non senta la necessità di rispondere alle domande e alle richieste di intervento, mosse in quella lettera??

Non sentite sulle vostre spalle la necessità di spiegare perché i giochi per i bambini sono in condizioni disastrose?

Con tutto il rispetto per le buone intenzioni, ammesso che ne abbiate, non credete che dopo 7 anni sia arrivato il momento di dare spiegazioni, e non di limitarsi a postare foto a lavori conclusi qua e là, senza poi continuare a verificare il mantenimento delle stesse opere effettuate?

4) Assessore Capoccia, come intende spiegare ai cittadini, la perdita di un polo scolastico nel nostro paese? Possiamo ragionevolmente pensare, che gli amministratori non si siano sufficientemente spesi per alvaguardare la permanenza di 2 Poli, e quindi garantire la possibilità di maggiore scelta formativa, maggiore lustro, e complessivamente più opportunità per le famiglie vegliesi? Vi rendete conto della sconfitta che questo rappresenta per la comunità intera??

Inoltre, esiste una questione Mensa ormai da anni. Tantissime le lamentele da parte dei genitori.

Quantità e qualità, quasi sempre scarse (forse dovrebbe controllare direttamente, facendo un giro nelle scuole all’ora di pranzo) e inoltre Assessore Capoccia, possibile che la Commissione Mensa non si sia formata nei due anni precedenti a questo? Possibile che ancora Veglie non abbia un punto di cottura interno al paese stesso???

Infine, all’amministrazione tutta, sentiamo ogni giorno parlare di PNRR, interventi di rigenerazione urbana, sviluppo di nuovi centri aggregativi. Non sarebbe il caso, di informare tutti i cittadini, e nel caso, chiedere la loro partecipazione alla programmazione degli interventi da fare da qui e per i prossimi anni? Dov’è l’amministrazione condivisa di cui vi vantavate in tempi di propaganda pre elettorale? L’assessore Prato sosteneva che questo non fosse più il tempo delle parole, bensì dei fatti….bene aspettiamo di vederli, e che ci vengano spiegati anche, laddove di difficile interpretazione.

All’opposizione, chiediamo, è mai possibile non riuscire a fare vostre queste richieste? Basta guardarsi intorno, proprio come hanno fatto questi cittadini, per essere colpiti da tutto quello che non torna. Cominciate a “vivere” il paese, fatelo fuori dalle stanze del comune, entrate nelle scuole, chiedete ai genitori, frequentate le piazze. Tornate tra noi.

Tra noi troverete appoggio, sostegno, voglia di fare, per cambiare.

Con amarezza, ma tanta speranza, e voglia di partecipazione

Gruppo “Sveglia Veglie”

6 maggio 2022