Il romanzo “Memorie di Negroamaro” di Valentina Perrone sul podio della dodicesima edizione del Premio Letterario Nazionale Città di Taranto

0
877

Valentina Perrone al terzo alla dodicesima edizione del Premio Letterario Nazionale Città di Taranto

GUAGNANO – Un nuovo e prezioso traguardo per la scrittrice salentina Valentina Perrone. Il suo ultimo romanzo “Memorie di Negroamaro” (Ed. Esperidi) si è classificato terzo alla dodicesima edizione del Premio Letterario Nazionale Città di Taranto, conquistando il gradino numero tre del podio riservato alla sezione “Libro Edito”.

La cerimonia di premiazione si è svolta Sabato 4 Agosto presso la splendida terrazza con affaccio sul Mar Piccolo del Circolo Sottufficiali di Taranto, guidata dalla scrittrice Lucrezia Maggi, presidente dell’Associazione Le Muse Project che ha ideato e promosso il premio, e alla presenza della giuria e del suo presidente, lo scrittore Cosimo Argentina.

Una storia, quella narrata nel libro, dal forte impatto emotivo, che continua a collezionare consensi e gradimento da parte dei lettori. La protagonista, Alessandra, è una giovane docente salentina che insegna Filosofia in un liceo di Milano. Alcune vicissitudini della vita la riportano a Guagnano, sua terra natia, per ritrovare un passato da cui credeva di essere guarita e che senza esitazione alcuna ricomincia, invece, a scrivere pagine nuove della sua esistenza. Alessandra compie un viaggio straordinario attraverso i ricordi, quelli più forti ed inequivocabili, a cominciare dal Negroamaro, tassello indelebile delle sue memorie.

Il libro non è nuovo ai successi in materia di competizioni letterarie: già vincitore del primo posto al Premio Letterario Nazionale Città del Galateo e della menzione d’onore al Premio Letterario Nazionale Bari Città Aperta, nel marzo di quest’anno si è classificato terzo al Premio Presìdi del Libro Alessandro Leogrande.

Valentina Perrone
Valentina Perrone

Valentina Perrone, guagnanese, è scrittrice e giornalista, ha ricevuto numerosi riconoscimenti per la sua scrittura. Nel 2016 ha pubblicato, sempre per Edizioni Esperidi, il suo fortunato libro d’esordio “Un caffè in ghiaccio con latte di mandorla” (terzo classificato al Premio Letterario Nazionale Il Tombolo, finalista al Premio Letterario Internazionale Nabokov, il racconto “Attese” primo classificato al Concorso Letterario Nazionale Versi tra due mari).

Nella competizione di Taranto, sul podio, insieme alla Perrone, anche Alessandro Faino con “Il giardino degli amori perduti” (Ed. Il Rio) ed Enrico Inferrera con “Vite bisestili” (Ed. Creativa), rispettivamente primo e secondo classificato.

7 agosto 2018

LEAVE A REPLY