Mese della memoria 2018: Il Presidio del Libro di Veglie incontra GIOVANNI ZOPPOLI

0
353

Il Presidio del Libro di Veglie organizza un incontro con Giovanni Zoppoli

In occasione del Mese delle Memoria 2018 dedicato al tema dell’uguaglianza e della lotta alle discriminazioni razziali nel 2018

VEGLIE – Giovanni Zoppoli, scrittore, insegnante e ricercatore di frontiera inaugura l’edizione 2018 del Mese della Memoria organizzato dal Presidio del Libro di Veglie per continuare la riflessione su Shoah, genocidi, persecuzioni e discriminazioni.

Le iniziative di quest’anno sono dettate dall’indizione dell’anno dell’uguaglianza e della lotta alle discriminazioni razziali nel 2018. È in questo solco che si situa l’incontro con lo scrittore campano.

Giovanni Zoppoli si occupa di ricerca/azione pedagogica e sociale a partire da marginalità urbane, e di intercultura. Ha lavorato nei campi rom di Napoli e Bolzano. Conduce percorsi di formazione per i docenti della scuola primaria e master universitari a Napoli, Roma e Milano. Fa parte di “Osservazione”, centro di ricerca azione contro la discriminazione di rom e sinti e dell’Osservatorio su pedagogia e bambini-adolescenti rom e sinti. Coordina il Centro Territoriale Mammut, programma nazionale di ricerca e operatività sociale, con sede a Scampia.

Nel 2007 ha pubblicato, con l’editrice romana Orecchio Acerbo, il romanzo illustrato per ragazzi “Gago”, la storia di un piccolo rom di 6 anni e della sua vita alla periferia di una grande città. Romanzo che ha fatto il giro del Paese e ha aperto uno squarcio profondo nel velo di indifferenza e di scarsa conoscenza della realtà degli zingari in Italia.

Zoppoli incontrerà gli alunni dell’Istituto Comprensivo Polo 1 nella mattinata di venerdì 2 febbraio. Alle 19:00, invece, nell’Auditorium della Parrocchia Sant’Antonio Abate incontrerà il pubblico per parlare di lotta alla discriminazione razziale e di uguaglianza a partire dal racconto della sua esperienza diretta nei campi rom.

30 gennaio 2018

 

LEAVE A REPLY