Furti nel Palazzo Comunale di Porto Cesareo: l’opposizione accusa il Sindaco Albano di superficialità

0
708

I Consiglieri di opposizione di Porto Cesareo invitano il Sindaco Albano a chiedere scusa ai cittadini dopo l’ennesima intromissione di sconosciuti nel Palazzo Comunale

Di seguito la nota integrale inviata a nome di tutta l’opposizione consiliare di Porto Cesareo dal capogruppo consiliare di “Cambiare Rotta”, Francesco Schito:

Tutti i consiglieri di opposizione provano irritazione per l’ennesima intromissione illegittima nell’edificio comunale di via Petraroli. E’ la terza volta, durante il secondo mandato del Sindaco Salvatore Albano, che avvengono questo tipo di azioni. Ogni volta abbiamo sollecitato, senza accoglimento, interventi in materia di sicurezza e protezione anti intrusione proprio della casa comunale.

Il Sindaco Albano, sull’argomento è stato superficiale in questi anni e secondo noi, dovrebbe chiedere pubblicamente scusa ai cittadini per non aver messo in sicurezza la nostra “casa comunale” in tutti questi anni, ciò a fronte degli incresciosi episodi avvenuti e a fronte delle nostre richieste e disponibilità a dare il nostro contributo. E’ una situazione inaccettabile e insostenibile: presenteremo urgente un’interrogazione contestuale alla convocazione del Consiglio comunale, faremo appello al Prefetto affinché esorti il Sindaco Albano a mettere in sicurezza l’edificio comunale, a quanto pare molto vulnerabile, e sensibilizzeremo tutti i cittadini in merito.

Il Sindaco rincorre, con soldi pubblici, cittadini e consiglieri comunali per presunto danno d’immagine dell’ente e questo episodio non è un danno d’immagine e fiducia dell’ente anche per la sua inerzia e negligenza?

Quante telecamere e allarmi abbiamo in Comune, quante volte si sono cambiate le serrature, quante copie delle chiavi di ufficio ci sono in giro, quante è sicuro il retro del nostro Comune?

Il Comune è l’istituzione primaria e la “casa” dei suoi cittadini, è insopportabile che ignoti si prendano gioco dapprima installando microspie, poi scassinando porte per frugare nelle carte e oggi rubando computer e cassaforte da come si apprende.

Poche settimane fa la Giunta comunale ha approvato il programma delle opere pubbliche, chiediamo urgentemente che la prima opera pubblica 2019 sia la messa in sicurezza della casa comunale!

Il Sindaco Albano, ultimamente lo vediamo impegnato in molte foto sulla sua pagina facebook, agisca pertanto con più sostanza per la difesa e nell’interesse dei cittadini, altrimenti lasci anticipatamente l’incarico; perfavore non ci esponga ancora ad altri episodi simili!

Tra l’altro non ha saputo dare più spiegazioni sui casi precedenti relativi alle microspie e alla forzatura di uffici. Rinnoviamo la nostra disponibilità a fare la nostra parte dai banchi dell’opposizione e con senso di responsabilità, inoltre massima fiducia e buon lavoro alle autorità preposte all’accertamento dei fatti avvenuti, che ringraziamo prontamente.

Porto Cesareo, 24.1.2019

Consiglieri di Opposizione di Porto Cesareo

LEAVE A REPLY